10 dicembre 2016

Dramma latte, Confagricoltura: “50 mln di litri da buttare”

“L’eliminazione delle quote del latte voluta dall’Unione Europea lo scorso anno inizia ad avere effetti devastanti sulla produzione toscana e l’intera filiera zootecnica rischia di essere annientata se non si corre subito ai ripari”. E’ l’allarme lanciato da Confagricoltura Toscana che ha “L’eliminazione delle quote del latte voluta dall’Unione Europea lo scorso anno inizia ad avere effetti devastanti sulla produzione toscana e l’intera filiera zootecnica rischia di essere annientata se non si corre subito ai ripari”. E’ l’allarme lanciato da Confagricoltura Toscana che ha organizzato venerdì prossimo, il 22 aprile, al centro direzionale dell’area fieristica Madonnino di Grosseto, un’assemblea per discutere l’emergenza. “Rischiamo di buttare via 50 milioni di litri– spiega il presidente della sezione latte di Confagricoltura Toscana, Attilio Tocchi- con la chiusura delle quasi 200 aziende del settore che operano in Toscana per un indotto superiore alle 2.500 unità”. La scelta di abolire le quote latte, prosegue, “sta avendo le tragiche conseguenze che ci aspettavamo. Con la liberalizzazione del mercato siamo alla mercé dei prodotti che arrivano da fuori a prezzi anche tre volte inferiori sullo scaffale con cui la nostra filiera non è assolutamente in grado di competere”.organizzato venerdì prossimo, il 22 aprile, al centro direzionale dell’area fieristica Madonnino di Grosseto, un’assemblea per discutere l’emergenza. “Rischiamo di buttare via 50 milioni di litri– spiega il presidente della sezione latte di Confagricoltura Toscana, Attilio Tocchi- con la chiusura delle quasi 200 aziende del settore che operano in Toscana per un indotto superiore alle 2.500 unità”. La scelta di abolire le quote latte, prosegue, “sta avendo le tragiche conseguenze che ci aspettavamo. Con la liberalizzazione del mercato siamo alla mercé dei prodotti che arrivano da fuori a prezzi anche tre volte inferiori sullo scaffale con cui la nostra filiera non è assolutamente in grado di competere”.

Fonte: agenzia dire

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5989 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.