10 dicembre 2016

Calcio – Serie A, Allegri: “Le partite vanno chiuse, mai staccare la spina”

Foto LaPresse - Daniele Badolato 07/12/2015 Siviglia ( Spagna ) Sport Calcio Siviglia - Juventus Champions League 2015 2016 - Fase a gironi - Conferenza stampa Juventus Nella foto: Massimiliano AllegriPhoto LaPresse - Daniele Badolato 07 December 2015 Siviglia ( Spain ) Sport Soccer Siviglia - Juventus Champions League 2015 2016 - Group Stage , Match day six - Juventus press conference In the pic: Massimiliano Allegri

Una vittoria dal punteggio roboante come quella dei bianconeri oggi potrebbe anche essere pericolosa, mancando così poche partite alla fine del campionato. Lo sa bene Massimiliano Allegri, che a fine partita si sofferma più sugli errori che sui molti aspetti positivi visti oggi allo Stadium: «Abbiamo subito diverse situazioni da gol nel primo tempo – esordisce il Mister – Staccare la spina per dieci minuti, come abbiamo fatto, è qualcosa che non ci possiamo permettere. Non bisogna prendere gol, la gestione della gara va fatta meglio, siamo nella volata finale».

Aggiunge Allegri: «Mancano due vittorie e un pareggio per avere la matematica certezza dello scudetto: le partite vanno chiuse, e dobbiamo essere coscienti che le inseguitrici hanno adesso un calendario più semplice del nostro, dovendo noi affrontare due squadre, Lazio e Fiorentina, che si giocano la qualificazione all’Europa League».

Allegri conosce molto bene il suo gruppo e sa che spesso si tratta di errori di “gioventù”: «Penso all’ammonizione di Morata, che non deve arrivare se sei diffidato per una protesta, o alcuni sbagli che ho visto in campo da parte di altri giocatori. Detto questo, il gruppo è di grande qualità e, essendo molto giovane, ha davanti ungrande futuro, che ci porterà nel giro di poco a bissare la grande Champions League dello scorso anno, anche se anche in questa edizione abbiamo fatto già molto bene».

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5989 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.