11 dicembre 2016

Baseball – Serie C, domenica 17 aprile torna in campo il Montefiascone

Domenica 17 aprile torna in campo la serie C del Montefiascone baseball. Dopo uno stop di due settimane dovuti all’uscita dalla Coppa Italia, riprende l’attività agonistica della prima squadra del Montefiascone baseball e softball. Il campionato si articola su incontri di andata ritorno e seconda andata, per permettere alle società di effettuare più incontri e far fare esperienza ai ragazzi. Oltre alla squadra montefiasconese, il girone è composto dai Lupi Roma, S.S. Lazio, Venatores Nettuno appartenenti alla regione Lazio, più i Jolly Roger 2 e Red Jack Baseball di Castiglione della Pescaia (GR).  Sul diamante casalingo, i ragazzi di Fabio Vaselli e Pietro Carletti affronteranno i Lupi Roma. La formazione capitoline è una conoscenza dei falisci, affrontata e vinta già nella prima fase di Coppa Italia, ma sappiamo bene che ogni gara è a se’….L’inizio della gara alle 15,30 presso il campo comunale “G.Porroni”.

Sabato 16 aprile giocheranno le squadre giovanili: i nostri cadetti , sul diamante amico, affronteranno i pari età del Nettuno Elite. Partita veramente ostica, come lo sono quelle contro tutti  i nettunesi, ma i ragazzi si sono ben preparati, anche se la mancanza di Cristian Lombardi,lanciatore e mazza potente, dovuta ad un intervento chirurgico al ginocchio, si farà sentire. In dubbio anche Paolo Crocetti e Vasco Ginebri. La rosa a disposizione del manager Vaselli: Blanco Simone, Brachini Gabriele, Crocetti Paolo, Curreri Alessio, Ginebri Vasco, Lombardi Cristian, Morelli Cristian, Morini Jacopo, Vaglio Francesco ed i due giovanissimi Carletti Michele e Senzaquattrini Riccardo. La partita avrà inizio alle ore 17,00.

Sempre sabato, ma in trasferta a Roma, i nostri ragazzi se la vedranno con i giovanissimi della S.S. Lazio. Marco Marianello, manager della squadra, dopo le due sconfitte subite, ha voluto intensificare gli allenamenti, con l’aggiunta del terzo. “ I miei ragazzi non sono ancora consapevoli delle proprie potenzialità e potranno acquisirle solo giocando ed allenandosi.  Inoltre al nucleo dello scorso anno, abbiamo affiancato ragazzi alla prima esperienza e dobbiamo rendere questo innesto il più proficuo possibile, anche se richiderà lavoro e tempo.”