Pomezia – CasaPound: “Blitz all’interno del parco ‘Selva dei pini’, da Fucci vogliamo una risposta concreta ed immediata!”

 




“Ci siamo recati per un sopralluogo all’interno dell’area verde del parco ‘Selva dei Pini’ e ci siamo trovati in uno scenario senza precedenti”. – Annuncia in una nota Andrea Cincotta, referente di CasaPound Italia Pomezia – “In uno dei polmoni verdi e più importanti del territorio è assurdo quello che abbiamo trovato, tra immondizia, panchine divelte e altri danni causati dalle intemperie, è degrado ai massimi livelli. Il culmine di questo abbandono si manifesta nella zona dei 7 bungalow, proprio alle spalle degli uffici comunali. Questi bungalow, facenti parte di una zona fuori controllo, tra furti e danni interni sono ormai lasciati in un totale stato di abbandono, quando invece potrebbero essere sfruttati per i cittadini pometini o per le associazioni del nostro territorio o addirittura piuttosto che lasciarle marcire in questo modo, potrebbero essere utilizzate per quelle famiglie italiane che ancora ad oggi combattono per avere un tetto sulla testa e dove purtroppo le vediamo costrette a vivere in garage o in alcuni casi in auto. Questo di oggi” – continua Cincotta – “è solo l’inizio di una battaglia contro l’abbandono di una bellissima area verde come quella del parco della “Sughereta” o “Selva dei pini”, ormai lasciata al disinteresse dei politicanti locali e di questa amministrazione sempre più lontana dai suoi cittadini”.

12472313_913557718761696_5053902980479925975_n“Come abbiamo già dimostrato in altre occasioni, noi non molleremo di un centimetro contro questa mala gestione di fondi pubblici e strutture destinate al sociale, lasciate nel più totale degrado e decadimento. Ora più che mai, sentiamo l’esigenza di svolte concrete e durature per la nostra amata città, non classiche apparizioni o interventi di facciata. CasaPound chiede la riqualifica dell’area e la ristrutturazione con messa in sicurezza dei bungalow all’interno del parco. È una situazione indecorosa quella in cui versano attualmente queste strutture, documentando con foto abbiamo trovato all’interno materiale di ogni tipo, dalle tesi di laurea ai documenti sparsi ovunque a seguito di furti, che hanno portato via parti di arredamento, condizionatori, cavi di rame e scaldabagni, distruggendo porte e causando vari danni nelle strutture. Nel piano inferiore dei bungalow più grandi, invece, oltre ai stessi danni abbiamo trovato una distesa di banchi, sedie, lavagne e tutto il restante arredamento delle aule che facevano parte del campus universitario. È indecente” – conclude la nota – “che si continuino ad inaugurare rotatorie e bei progetti, lasciando queste aree di proprietà del comune completamente all’abbandono. Noi continueremo a denunciare all’infinito questo scempio in cui si riversa ogni luogo del territorio pometino lontano dalla casa comunale”.

Informazioni su Emanuele Bompadre 10281 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.