8 dicembre 2016

Gli atleti delle Fiamme Gialle premiati a Roma dai vertici della Guardia di Finanza e dello sport italiano

Si è svolta oggi, a Roma, alla presenza del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Gen.C.A. Saverio Capolupo, del Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Dott. Giovanni Malagò, del Comandante in Seconda della Guardia di Finanza, Gen.C.A. Giorgio Toschi, del Comandante del Centro Sportivo, Gen.B. Giorgio Bartoletti, del Presidente del Comitato Roma 2024, Avv. Luca Cordero di Montezemolo e di numerosi Presidenti delle competenti Federazioni, la cerimonia di premiazione degli atleti dei Gruppi Sportivi Fiamme Gialle che si sono distinti per l’attività agonistica 2015 ed invernale 2015/2016: Matteo Lodo e Giuseppe Vicino (canottaggio), Daniele Garozzo, Enrico Berrè e Giorgio Avola (scherma), Dorothea Wierer (biathlon), Alice Mizzau (nuoto), Oxana Corso (atletica leggera paralimpica), vincitori di medaglia ai Campionati Mondiali, Alessia Trost (atletica leggera), Edwige Gwend, Giulia Quintavalle e Assunta Galeone (judo), Arianna Valcepina e Elena Viviani (pattinaggio su ghiaccio), vincitrici di medaglia ai Campionati Europei ed anche le vincitrici delle Prove di Coppa del Mondo Nadia Fanchini (Sci alpino) e Arianna Fontana (pattinaggio su ghiaccio).

Assenti alla Cerimonia: Tania CAGNOTTO (tuffi), Niccolò Campriani e Francesco Bruno (tiro), Marco Gualandris e Marta Zanetti (vela paralimpica) per impegni agonistici, Martina CAIRONI (atletica leggera paralimpica) per motivi familiari e Alessia Polieri (nuoto) per motivi di salute.

L’evento si è aperto con la proiezione di un suggestivo video celebrativo dei successi relativi alla stagione agonistica 2015 ed invernale 2015/2016 nonché delle iniziative di solidarietà svolte dalle Fiamme Gialle, tra le quali l’operazione “Regaliamo un Sorriso”, l’iniziativa “Fiamme Gialle per l’Emilia” e i “Campus Fiamme Gialle 2015”.

Momento clou della cerimonia è stata la consegna agli atleti dei brevetti delle ricompense di ordine morale da parte del Comandante Generale, del Presidente del CONI, del Comandante in Seconda e del Comandante del Centro Sportivo.

Inoltre agli atleti Christof Innerhofer (sci alpino) Dorothea Wierer (biathlon), Martina Valcepina, Arianna Fontana e Elena Viviani (pattinaggio su ghiaccio), sono stati consegnati, dal Comandante Generale della Guardia di Finanza, Gen.C.A. Saverio Capolupo, i brevetti di promozione straordinaria per benemerenze di servizio.

Ad aprire la serie di interventi che hanno caratterizzato la cerimonia, il Comandante del Centro Sportivo che, dopo aver ringraziato le Autorità e gli ospiti presenti, tra i quali 150 studenti e i loro insegnanti, Il Generale Bartoletti ha elogiato tutti gli atleti e tutto personale del Centro Sportivo che, lavorando dietro le quinte, partecipa comunque al successo delle Fiamme Gialle: “Complimenti sia agli atleti che anche quest’anno hanno rappresentato il tricolore alzato e sventolato in cielo, sia a gli altri che invece sono andati vicino a risultati importanti. A quest’ultimi, auguro di far tesoro di queste esperienze per un futuro ricco di successi”.

Il Presidente Malagò, rivolgendosi a tutta la platea ed in particolare al Comandante Generale della Guardia di Finanza, ha espresso parole di gratitudine per le Fiamme Gialle: “In Italia, nonostante i numerosi problemi che girano intorno allo sport e a tutto il paese, riusciamo ad ottenere grandi soddisfazioni, a partire dalla pratica sportiva, mai così numerosa. Le Olimpiadi di Rio sono dietro l’angolo, faremo di tutto per confermare i risultati internazionali finora ottenuti e puntiamo a superare il numero di medaglie delle scorse edizioni. Stiamo facendo tanto per lo sport e questo anche grazie alle Fiamme Gialle”.

A concludere gli interventi, Il Gen.C.A. Saverio Capolupo che dopo aver ringraziato e salutato le Autorità presenti in sala, gli atleti e i giovani studenti, considerandoli il futuro del nostro paese, ha dichiarato: “I risultati ottenuti dai nostri atleti esaltano l’immagine, non solo del Corpo ma, più in generale, dello sport italiano. Per raggiungere risultati così importanti occorrono impegno, passione e sacrificio. Per questo motivo siamo ancora più orgogliosi di voi.

Cari atleti, siate consapevoli del delicato compito che vi è stato affidato: siete un esempio, un punto di riferimento, un modello di comportamento. Ancora una volta, grazie e complimenti! Nell’inviarvi un grande “in bocca al lupo” per il prossimo appuntamento olimpico, vi ricordo che oltre ad essere atleti siete anche finanzieri, status basato su valori etici, oltre che giuridici. Sono convinto che onorerete gli impegni che vi attendono con la massima serietà perché il Paese vi osserva, vi segue e crede nelle vostre possibilità”.