10 dicembre 2016

Futsal – Serie A2, Futsal Isola, Basile: “Serie A1? Sembra di vivere in un sogno”

 

‘Sarebbe bello andare in serie A1’. A settembre Andrea Basile lo ripeteva tra sé e sé. Un sogno. Una pazzia di fine estate da sussurrare a voce bassa, senza troppa enfasi. “E invece – dice il portierone Oranje – oggi è realtà. Sembra quasi un miracolo. Più ci penso e più sembra di vivere un sogno”. A tre settimane da quel Catania-Futsal Isola che ha regalato agli Oranje l’Olimpo le emozioni non sbiadiscono. “Ogni giorno mi alzo e penso: siamo in serie A1. Ogni tanto si abusa del temine ‘vittoria del gruppo’. Per noi invece è il concetto più esatto si possa utilizzare. Ne abbiamo attraversate tanto quest’anno. Se ci giriamo indietro è stata davvero una grandissima impresa”.

Partenza sprint. “Le prime giornate sono state fondamentali – spiega l’ex Lazio -. Abbiamo affrontato l’Augusta, poi l’Olimpus, il Sammichele, il Cisternino: tutte squadre che mettevamo in cima alla lista. Anche il passo falso di Matera c’aveva dato convinzione: avevamo giocato bene. La vittoria con il Bisceglie in Puglia c’ha fatto capire che potevamo davvero vincere questo campionato. Alla fine siamo riusciti a gestire gli otto punti di vantaggio. Dopo un girone e mezzo perfetto ci sta calare un po’. Avevamo tanti infortunati e squalificati, ruotavamo poco, c’era un po’ di stanchezza anche mentale. Eravamo davvero spremuti. Volevamo però questa serie A1 con tutte le forze, non abbiamo mai mollato, anche nei momenti più difficili. È stata la vittoria di un grande gruppo, di una società speciale, di uno staff tecnico e dirigenziale strepitoso. Hanno vinto gli uomini prima ancora degli sportivi. Ora ci godiamo questo traguardo giorno per giorno. Perché una cosa del genere difficilmente la puoi dimenticare”.