3 dicembre 2016

D’Anna, ALA:” Bassolino ministro al posto della guida sarebbe un’ottima idea”

 

Vincenzo D’Anna, senatore di ALA, è intervenuto questa mattina su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano (www.unicusano.it) , nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

D’Anna ha commentato le tensioni interne al Partito Democratico: “C’è un problema di scontro politico tra due classi dirigenti, una un poco più datata che viene dall’ex partito comunista, e c’è un problema di scontro su una diversa visione dello Stato. Da un lato c’è chi guarda a questo Stato in modo anacronistico, con la leva della spinta e del debito pubblico crescente, dall’altro, chi pensa di riorganizzarlo su basi di efficienza, competenza e merito, senza questioni clientelari e assistenziali. Lo Stato deve essere essere reso più moderno ed efficiente. Renzi non ha radici comuniste o socialiste e affronta con una visione moderna questa battaglia, per età, cultura e prospettiva. Purtroppo il partito del Presidente del Consiglio si mette di traverso ogni volta che c’è una idea riformatrice”.

D’Anna sulla questione Guidi: “La politica ormai è diventata ancella della magistratura. I magistrati non dovendo poi dar conto a nessuno delle loro leggerezze e dei loro errori, assumono delle iniziative. Quanto queste iniziative siano giuridicamente valide lo si saprà dopo qualche decennio. Le aule parlamentari, comunque, non devono diventare tribunali del popolo. Il Governo con quell’emendamento ha cercato di sbloccare una situazione che era impantanata da circa 20 anni. Quella telefonata è stata forse inopportuna, ma non ci vedo niente di straordinario. Se non vivessimo in una era di moralismo galoppante, sarebbe una cosa da non sottolineare”.

D’Anna, poi, spera che Bassolino prenda il posto della Guidi, come Ministro: “Bassolino al posto della Guidi sarebbe un’ottima idea. E’ stato un ottimo ministro del lavoro, conosce le dinamiche territoriali, sarebbe una buonissima soluzione. Non guasta il fatto che a Napoli ha deciso di non correre, facendo forse un favore al Pd. La politica non è poi così diversa dalla vita quotidiana, se tuo fratello ti presta la macchina poi gli fai fare un giro con il tuo cappotto nuovo. Un do tu des, che non è un fatto negativo. La politica è la scelta del governo della società e la società non si governa senza trovare un punto di convenienza e di interessa comune”.

AUDIO http://www.radiocusanocampus.it/podcast/?prog=1517&dl=7671

Fonte: Radio Cusano Campus

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.