7 dicembre 2016

Grottaferrata – Inclusione sociale e Seconda Conferenza di Genere alla 416° Fiera nazionale

Il progetto Sportivamente-Abile e l’Associazione di Judo del Maestro Alessio CIONFI conquistano il pubblico della Sala Congressi. A seguire premiati dalle Autorità i vincitori della seconda ‘Coppa della Fiera’. Nel pomeriggio si svolge la Seconda Conferenza di Genere con ospiti d’eccezione. Chiude la giornata la cover band Liga Rock

E’ stato lo Sport ad essere protagonista in Fiera nella mattina di sabato 26 marzo, con un’esibizione a cura dell’Associazione di Judo del Maestro Alessio CIONFI, le cui lezioni si svolgono presso il Palazzetto dello Sport ‘Saverio Coscia’ di Grottaferrata. Gli allievi hanno eseguito tecniche di coppia di diversa complessità, di fronte ai visitatori e alle famiglie.

Importante è stata la partecipazione di ragazzi diversamente abili, coinvolti grazie al progetto Sportivamente-Abile a cura dell’Amministrazione comunale. Tale iniziativa, infatti, prevede un programma di sport gratuito di dieci mesi rivolto alle persone con disabilità o disagio sociale, per promuovere il recupero funzionale e migliorare l’integrazione.

Ed è proprio grazie a Sportivamente-Abile che il maestro CIONFI ha potuto incontrare i ragazzi: gli ottimi risultati raggiunti in poche lezioni hanno permesso di organizzare in Fiera un’esibizione davvero riuscita e in cui tutti sono stati capaci di eseguire esercizi complessi. Un momento di coesione sociale forte, avvertito tanto dai partecipanti quanto dagli spettatori. E grande soddisfazione anche per l’Assessore allo Sport, Michela PALOZZI, che ha curato l’iniziativa.

In contemporanea, presso il Campo Sportivo Comunale di via degli Ulivi, si è tenuta la seconda competizione sportiva ‘Coppa della Fiera Città di Grottaferrata’, che ha visto come protagoniste sia squadre di giovanissimi dei Castelli Romani che formazioni Over 35 di Grottaferrata. Ed è in Fiera che si sono svolte le premiazioni, di fronte ad una platea gremita.

L’Assessore PALOZZI ha voluto pubblicamente ringraziare ASD Vivace, sia per aver organizzato la competizione che per le altre manifestazioni che promuove periodicamente.

A consegnare le medaglie agli atleti, nati nel 2003, sono stati il Sindaco Giampiero FONTANA, il Vice Sindaco Francesca Maria PASSINI, il Comandante della Stazione dei Carabinieri, Luogotenente Nicola FERRANTE, e lo stesso Assessore allo Sport.

I ragazzi di ASD Lupa Frascati, primi classificati, hanno dato una bella dimostrazione di sportività, applaudendo i ragazzi del Cynthia di Genzano che hanno raggiunto il secondo posto.

Nella categoria Over 35 premiati l’arbitro Franco FINELLO, Paolo DI COSIMO come Capo Cannoniere e Pietro CAFORIO in qualità di Miglior Portiere. Vincitrice del torneo è stata la squadra dei Raccapezzati.

Ben diversi e più seri i temi affrontati nel pomeriggio: si è svolta infatti, in Sala Congressi, la Seconda Conferenza di Genere dei Castelli Romani. L’edizione di quest’anno, promossa dal Consigliere comunale Moira MASI, ha visto l’adesione di numerosi relatori di alto livello.

Presente anche il Sindaco, che è intervenuto ricordando l’impegno dell’Amministrazione comunale sul tema della violenza sulle donne, vessate in numerosi Paesi del mondo e spesso anche qui in Europa, e su ogni tipo di prevaricazione fisica, facendo riferimento ai tragici attentati del 22 marzo a Bruxelles.

Moira MASI ha voluto ringraziare la giornalista Daniela SEQUI, moderatrice degli interventi, i colleghi in sala, come i Consiglieri comunali Riccardo TOCCI, l’Assessore PALOZZI e infine il Sindaco, per aver accordato la disponibilità a far svolgere l’incontro.

«Come Presidente della Commissione alle Politiche Sociali e come donna, sento il dovere di affrontare questo orribile problema.» Ha dichiarato MASI «Non mi soffermo sui dati del femminicidio, sulla violenza domestica, sulle mutilazioni genitali, sui matrimoni forzati o sulla tratta degli schiavi. Quello su cui dovremmo riflettere è l’indifferenza collettiva, da combattere attraverso modelli, Leggi, educazione e prevenzione» Ed ha aggiunto: «Le violenze diminuiscono grazie al lavoro sul campo da parte delle Istituzioni, ma soprattutto grazie al coraggio di denunciare il fenomeno: per questo è fondamentale una sempre maggiore informazione nelle scuole e nel Territorio».

Il primo intervento, una sintesi giuridica dedicata al reato di Stalking, è stato curato dalla Dott.ssa Maria Letizia SCUDERINI, Comandante della Polizia Locale, evidenziando come primo elemento la reiterazione di azioni che suscitano nelle vittime paura e ansia. Il Comandante ha ricordato il progetto ‘Punctum Saliens’, approvato dall’Amministrazione comunale nel febbraio 2015, e diviso in tre fasi che prevedono un primo momento di formazione, la creazione di una vera e propria cabina di regia e, infine, l’interazione con i soggetti istituzionali del Territorio. ‘Punctum Saliens’ nasce dalla necessità di stabilire tecniche operative condivise tra la Polizia Locale, i Servizi Sociali e la ASL. Proprio per questo è stato realizzato un corso di tre giorni per prendere la cosiddetta ‘Patente di servizio’, in collaborazione con l’Associazione Telefono Rosa.

La Dott.ssa SCUDERINI ha inoltre annunciato un ciclo di incontri previsto nel corso dell’anno tra la Polizia Locale e gli studenti degli Istituti Scolastici sul tema dell’educazione stradale. In questo contesto saranno affrontati anche argomenti di educazione civica e temi più delicati, come la violenza di genere. Per tali occasioni sono stati creati colloqui di fantasia, che gli Agenti leggeranno di fronte agli alunni, mostrando come azioni apparentemente innocue possano sfociare in reati piuttosto gravi.

Un flash mob organizzato dalla scuola ASD Efirm è stato poi dedicato alla Violenza sulle donne, con due giovani atlete di ginnastica artistica che si sono esibite nella platea.

La seconda relatrice, la Psicoterapeuta Rosanna MAZZILLI, ha descritto il complesso incastro relazionale che si crea tra vittima e carnefice, ponendo l’accento sull’indeterminatezza identitaria di numerosi uomini, che li renderebbe più inclini a comportamenti aggressivi verso tutto ciò che è diverso; identità che il molestatore fa perdere anche alla partner quando è offuscata dal terrore psicologico. Secondo la dottoressa diventa quindi fondamentale rompere i modelli disfunzionali con l’educazione alla non violenza già a partire dall’infanzia.

Ed è stato l’Avv. Diego SANTONI, del Tribunale di Velletri, a illustrare gli aspetti più rilevanti che riguardano la violenza di genere nel quadro normativo giuridico. In particolare, sono stati descritti aspetti dettagliati del reato di stalking, introdotto per regolare e reprimere tutte quelle violazioni che possono creare ansia nei soggetti coinvolti. L’excursus ha sottolineato come tali comportamenti rientrino nella violazione dei Diritti Umani, grazie alla Convenzione di Istanbul nel 2011, e come siano stati affrontati all’interno del Diritto Penale, con particolare riferimento alla legge 119 del 2013.

La seconda parte della Conferenza è stata presentata con leggerezza e preparazione dalla Dott.ssa Michela PERROTTA, Presidente di You Donna. E’ stata lei a introdurre il tema della Menopausa, ponendo l’accento sugli aspetti che la variazione biologica può provocare nella vita quotidiana.

Il Dott. Stefano LELLO, ginecologo del Dipartimento per la salute della Donna dell’Ospedale Gemelli di Roma, ha poi spiegato in cosa consista il climaterio, periodo che precede la menopausa, ricordando come l’argomento sia ancora un tabù e induca numerose persone all’imbarazzo, con il rischio che una sottovalutazione del problema possa sfociare successivamente in diverse malattie.

A lui ha fatto seguito il Dott. Marco SILVAGGI, psicosessuologo dell’Istituto di Sessuologia Clinica di Roma. La sua analisi ha chiarito che non è possibile trattare una fase di questo tipo in maniera generica e, per questo, sono necessari incontri iniziali per conoscere la persona e creare percorsi specifici. Attraverso il colloquio diagnostico si possono mettere in luce aspetti fondamentali, come ad esempio la capacità comunicativa all’interno della coppia.

La Dott.ssa Gloria TROCCHI ha spiegato la distinzione tra chirurgia estetica e medicina estetica, ambito che prevede un check up cutaneo delle pazienti, volto a rilevare i valori dell’idratazione, dell’elasticità, del tono e di altri fattori, in modo da poter prescrivere dermocosmetici e visite specialistiche, oltre a considerare la possibilità di intervenire in extrema ratio con le correzioni chirurgiche.

Alla kermesse ha partecipato anche Maria Pia DIONISI, Presidente di ‘Abbraccio Rosa’, associazione di donne che hanno vissuto, e stanno ancora vivendo, l’esperienza del tumore al seno, impegnate a condividere il dolore passato e le gioie future attraverso il Dragonboat, disciplina sportiva che apporta benefici sia alle difese immunitarie che all’umore.

La Seconda Conferenza di Genere, durata oltre tre ore, ha unito l’informazione di alto livello all’intrattenimento, riuscendo nel duplice obiettivo di sensibilizzare gli spettatori ma anche coinvolgere in un dialogo attivo, grazie agli interventi e alle domande dei visitatori.

La giornata si è conclusa all’insegna della musica, con il concerto del gruppo Liga Rock, che ha eseguito brani tratti dal repertorio di Ligabue, un momento di energia e divertimento con la sala congressi gremita di ragazzi. Presenti anche l’Assessore agli Eventi Michela PALOZZI, nonché i Consiglieri comunali Vincenzo MUCCIACCIO, Riccardo TOCCI, Moira MASI e Chiara STIRPE.

About Samantha Lombardi 4021 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it