24 gennaio 2017

Cristina Cascone, alle Blind Audition per trasmettere emozioni

Foto Piero Cruciatti / LaPresse 07-02-2016 Milano, Italia Spettacolo The Voice - Puntata Blind del 7 Febbraio Nella foto: Cristina Cascone Photo Piero Cruciatti / LaPresse 07-02-2016 Milano, Italy Entertainment The Voice - Show blind 7 February In the Photo: Cristina Cascone

 

“Credo che The Voice sia l’unico talent che metta in risalto la voce e chi ama fare il cantante o comunque chi come me spera di poter arrivare ad un pubblico per potersi esprimere – e non solo sotto la doccia o davanti ai parenti – ha bisogno di far vedere agli altri quello che prova”. Lo scopo di Cristina è trasmettere emozioni, ha anche intrapreso la strada del musical per arrivare a più gente possibile. Ha iniziato a 6 anni a suonare il pianoforte, perché guardava sempre Sanremo quand’era piccola e si è innamorata di Laura Pausini. Ha studiato tanti anni pianoforte e poi casualmente ha iniziato anche a cantare. Vuole vivere di musica, ma si è anche preparata un piano B: studia “Medicina” all’Università ed è l’unica cosa al di fuori del canto in cui crede fortemente. La musica come la medicina può aiutare le persone: quando ascolta un bel cd, Queen, Pink Floyd, non pensa a nulla e si sente bene. Pensa che la musica sia una terapia fortissima.

In famiglia è l’unica che ha la passione per la musica. Il padre cantava in Chiesa, ma non è molto ferrato di musica. La musica è per lei un’amica, camminano sempre in parallelo l’un l’altra, è come un appoggio, un aiuto. Tra dieci anni le piacerebbe vedersi su un palco, suonando il pianoforte e cantando i suoi brani… “Perché il cantautore esprime a pieno le emozioni che hai dentro: a volte ti rivedi anche nei brani che scrivono altri, però se scrivi per te esce fuori quello che sei veramente”.

#TVOI

Per la sua Blind Audition canta “Like A Star” di Corinne Bailey Rae. Si girano Max Pezzali, Emis Killa e la Carrà. Sceglie il #TeamPezzali.