9 dicembre 2016

I° Municipio – Castel S’Angelo, Santonocito: “Solito spettacolo di degrado nell’area verde”

Purtroppo anche durante le vacanze pasquali e in pieno Giubileo della Misericordia si continua ad assistere al solito spettacolo di degrado e abbandono nell’area verde di Castel S’Angelo nonostante la presenza giornaliera di pellegrini e turisti. Come già segnalato da tempo, anche tramite un’interrogazione urgente, a risposta scritta ed orale, alla Presidente del Municipio e al Direttore del Dipartimento del Verde di Roma Capitale, sulle condizioni di degrado dei giardini di Castel Sant’Angelo, l’area continua a versare in condizioni di notevole incuria: sporcizia, cassonetti strapieni, rifiuti alimentari, cartacce sparse ovunque, sia nei giardini sottostanti il castello che lungo i viali superiori. Addirittura anche l’area giochi per bambini, che vede giornalmente e soprattutto nei giorni festivi la presenza di decine di famiglie con i propri figli piccoli, risulta in uno stato di abbandono evidente. “È assurdo”, afferma Lorenzo Santonocito, Capogruppo di Forza Italia nel Municipio Roma I, “che solo dopo le numerose segnalazioni dei cittadini residenti e di alcune forze di noi opposizione al Municipio I, si veda procedere alla pulizia dell’area altrimenti tristemente abbandonata. Si continua invece ad assistere al disinteresse più totale e perdurante per le problematiche del territorio di Borgo, Prati, Trionfale e Dalla Vittoria da parte dell’attuale Presidente e della sua Giunta. La maggioranza di centrosinistra, che amministra il nostro Municipio, sembra dimenticare che anche i cittadini dell’ex XVII sono degni di tutela. Ed è ancora più grave che di questo menefreghismo, nonostante il Giubileo in corso, è pure complice il Servizio Giardini che si trincera dietro la solita scusa della mancanza di personale e di fondi.

Così in una nota Lorenzo Santonocito, Capogruppo FI Municipio Roma I

About Emanuele Bompadre 8287 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.