6 dicembre 2016

Calcio – Eccellenza, Città di Ciampino, Ferendeles: “Non dobbiamo abbassare la guardia proprio ora”

Ha passato decisamente una Pasqua felice dopo essere stato uno dei protagonisti della sfida vincente di Roccasecca. Valerio Ferendeles, portiere classe 1996 al primo anno con la maglia del Città di Ciampino, ha parato un calcio di rigore nel corso dell’ultimo match ufficiale della squadra dei presidenti Cececotto e Fortuna. Un bel segnale da parte di un ragazzo che, nell’ultimo periodo, aveva perso la titolarità del ruolo e che si è fatto trovare pronto nel momento della squalifica di Lorenzo Peri. «Ovviamente sono stato molto contento di aver potuto dimostrare il mio valore nella sfida di Roccasecca – dice Ferendeles – Questa non è una situazione semplice per me che nel corso degli anni sono sempre stato abituato a fare il titolare, ma so che devo essere all’altezza quando serve». Al di là delle presenze accumulate in campionato, per l’ex Tor Tre Teste, alla prima stagione di prima squadra, si è trattato comunque di un’annata positiva. «Qui c’è un gruppo bellissimo e un ambiente dove si può lavorare al meglio. Sono contento della mia prima stagione in Eccellenza anche se le giovanili fatte al Tor Tre Teste ti formano già come se si giocasse in una prima squadra». Per il Città di Ciampino, ora, c’è da affrontare un finale di campionato davvero elettrizzante. «Affronteremo alcuni avversari salvi o quasi tranquilli, ma sarebbe solo dannoso sottovalutarli o pensare di poter vincere comodamente gli incontri che ci riguardano – rimarca Ferendeles – Non possiamo abbassare la guardia proprio ora, anche perché nell’ultima partita il Roccasecca ci ha messo in difficoltà proprio perché ha potuto giocare con la mente “sgombra” e senza pressioni di risultato. Noi, invece, sappiamo di non poter commettere errori perché i quattro punti di vantaggio sull’Anzio non sono un margine rassicurante». Domenica al Superga arriverà il Città di Minturnomarina che attualmente è al tredicesimo posto assieme al Città di Monte San Giovanni Campano e con tre punti in più rispetto al Gaeta. I pontini hanno rimediato appena due pareggi nelle ultime nove partite, ma l’errore più grande che potrebbe fare la capolista sarebbe di sottovalutarli: il messaggio di Ferendeles è un chiaro intento, da parte di tutto il gruppo ciampinese, di ricercare la massima concentrazione.