9 dicembre 2016

WTA Miami Open: Errani ko, la Vinci resiste

La partita di esordio al secondo turno del torneo di Key Biscayne è durata per Sara Errani solo 1 ora e 10 minuti. Naomi Osaka, tennista nipponica numero 104 del ranking mondiale, è stata ammessa nel tabellone del WTA Premier Mandatory di Miami grazie ad una wild card.

La Errani, numero 18 del ranking WTA, iniziava cedendo il primo turno di servizio alla Osaka che, pur sbagliando la maggior parte delle prime palle di servizio, riusciva ad osare nelle seconde di servizio che le offrivano la possibilità di condurre i primi giochi e di concludere agevolmente il primo parziale, in 25 minuti ed il punteggio di 6-1.

Il secondo set vedeva l’italiana travolta dal ciclone nipponico che concretizzava il punteggio di 4-1. Nel sesto gioco Sara accennava ad una timida ripresa che durava il tempo di due giochi(4-3), infatti all’ottavo game la Osaka strappava il turno di servizio alla Errani per poi chiudere il match durante il gioco successivo (6-3).

Roberta Vinci, numero 9 del ranking WTA e nona testa di serie, ha incontrato la ceca Lucie Hradecka, numero 85 del ranking mondiale, che ha battuto in 2 ore e 16 minuti con il punteggio di 6-1 4-6 (5)6-7.

Dopo un primo set dominato dalla tennista ceca, in cui con difficoltà l’italiana riusciva a tenere un turno di servizio, seguivano due parziali che segnavano la rimonta della tarantina che non mollava fino al tie-break del terzo set.

Nel secondo set Roberta riprendeva il controllo della partita e cominciava a tessere la tela che l’avrebbe portata alla vittoria. Vinceva i primi 4 giochi per poi perdere i successivi tre (3-4). Durante l’ottavo gioco il servizio era dell’italiana che concludeva il game lasciando alla ceca solo un punto (3-5), il game successivo era la copia perfetta del precedente, ma questa volta il risultato era a favore della Hradecka 4-5. Il decimo gioco vedeva il dominio di Roberta che chiudeva il secondo parziale con il punteggio di 4-6.

Durante il terzo set la Hradecka realizzava il maggior numero di aces della partita (10) e ben 7 doppi falli che la costringevano ad inseguire la Vinci, fino all’ottavo gioco dove raggiungeva il punteggio di 4-4. Durante il game successivo, dopo aver annullato due palle break, la ceca cedeva il turno di battuta alla tarantina che si portava a 4-5. Nei giochi successivi la Hradecka recuperava lo svantaggio e costringeva la Vinci al tie-break che chiudeva vincendo il match ((5)6-7).

Roberta, dopo la fatica di oggi, dovrà affrontare al terzo turno la statunitense Madison Keys numero 24 del ranking WTA.