Roma – Terrorismo, Santori, FDI: “Urge una nuova legge sulle moschee, l’attuale normativa è inadeguata”

“Alla luce dell’attacco terroristico al cuore dell’Europa e della minaccia che incombe con  il rischio di nuovi attentati che potrebbero riguardare anche le nostre città,  è quanto mai necessaria una risposta concreta delle istituzioni scovando e chiudendo i luoghi di culto irregolari”. E’ quanto dichiara Fabrizio Santori, consigliere di Fratelli d’Italia in Regione Lazio che ha presentato una proposta di legge regionale a luglio 2015 ben prima degli attacchi di Parigi e di Bruxelles.

“A Roma è un proliferare di moschee abusive, – prosegue – più di cento luoghi di culto clandestini. Nonostante i timori di questo periodo, si continuano ad aprire negli scantinati nuovi luoghi di preghiera e scuole coraniche camuffandoli da centri culturali. Questa delle associazioni che nascondono luoghi di culto non è solo una prassi, ma una strategia consolidata diffusa su tutto il territorio nazionale. Il vero problema nasce dalla legge 383/2000, grazie alla quale le associazioni di promozione sociale possono svolgere la propria attività all’interno di un locale, derogando alla normativa urbanistica vigente in tema di destinazione d’uso. Nell’organizzazione attuale delle leggi non vi è uno strumento per definire le regole per le attività da svolgere nei luoghi religiosi concessi. Mancando questo strumento, che riguarda ovviamente gli aspetti laici della gestione, non è possibile contestare l’abuso nell’uso della struttura religiosa o culturale.

“Proprio per questo, – conclude Santori – è quanto mai necessaria  che venga calendarizzata la mia proposta di legge contro  le  moschee abusive, considerato che la normativa in vigore è totalmente inadeguata a fronteggiare l’attuale e più che mai critica situazione e che le forze dell’ordine fanno fatica a controllare in maniera capillare. Fermo restando la libertà di religione,  è chiaro che servono nuove regole per impedire che nei luoghi di culto abusivo possano nascondervisi, invece, ben altri intenti e alimentare il fenomeno del terrorismo. Non si comprende come la giunta Zingaretti continui a tenere nel cassetto la proposta mentre i cittadini hanno bisogno di azioni concrete per riacquistare quanto prima un barlume di serenità in un momento caratterizzato dal terrore”.

loading...
Informazioni su Emanuele Bompadre 9940 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.