10 dicembre 2016

Calcio – Racing Club, l’orgoglio del ds Ridolfi: “Quante soddisfazioni dai nostri giovani”

Il Racing Club può gonfiare il petto. Manca ancora un po’ alla fine della stagione, ma la società del presidente Antonio Pezone si è già tolta diverse soddisfazioni in questa annata che, come dice il direttore sportivo Marco Ridolfi, «in realtà non avrà praticamente pause considerati i tornei del Frankie Garage da metà maggio a metà giugno e quello internazionale del memorial Varani che inizierà a fine agosto». Lo stesso ds parla con soddisfazioni dei tanti episodi di grande orgoglio legati ad importanti esperienze di diversi giovani del Racing. «E’ notizia di queste ore – dice Ridolfi – che il nostro attaccante Antonio Bilussa, un classe 2000 che domenica scorsa ha fatto il suo esordio da titolare nel campionato di Promozione, farà una prova col Genoa dal 4 al 6 aprile nelle strutture del club ligure. Lui stesso assieme a Cipriani sono stati qualche giorno fa a Frosinone, ma come dimenticare il nostro classe 1999 Andrea Panse che sta giocando il torneo internazionale Scopigno con la maglia dell’Aquila o la convocazione di Priori e Baraldi nella Nazionale Under 18 che ha partecipato al Roma Caput Mundi o la prossima presenza di tre nostri ragazzi del 2003 in uno stage organizzato dall’Inter. Sono solo alcuni degli episodi che ci hanno reso davvero orgogliosi del lavoro che stiamo facendo. Tra l’altro ci rendiamo conto della crescita del nostro club anche per gli inviti a tornei di grande richiamo come l’Halima Haider di Tor Tre Teste o il prossimo Beppe Viola dove parteciperemo con i nostri 2001». Merito anche e soprattutto della organizzatissima struttura societaria che il Racing ha messo in piedi nel corso del tempo. «L’ingresso di Nello De Nicola come direttore tecnico è stato un surplus, ci ha regalato un grandissimo salto di qualità. Abbiamo trovato un equilibrio perfetto con lui e con il direttore generale Andrea Viola che per me è un fraterno amico, ma anche un fantastico compagno di lavoro. Ovviamente tutto è stato possibile solo ed esclusivamente grazie alla lungimiranza, alla passione, alla determinazione e alle ambizioni del presidente Antonio Pezone». Che lunedì scorso, proprio nel giorno di inizio della primavera, è diventato nonno per la seconda volta: dopo Sofia, infatti, è arrivata Matilda e al massimo dirigente del club ardeatino sono giunte le felicitazioni di tutto l’ambiente del Racing. Ridolfi, infine, traccia un rapido bilancio sull’agonistica. «La prima squadra ha trovato un inquadramento professionale con l’arrivo di mister Petrelli i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti, cercheremo di piazzarci il più in alto possibile e giocarci i play off. La Juniores provinciale è andata sotto le attese, ora con l’arrivo di un tecnico di spessore come Giancarlo Caretta stiamo gettando le basi per il futuro. Anche gli Allievi regionali A di Pino Selvaggio, nonostante la qualità del lavoro del tecnico, sono andati a corrente alternata, mentre gli altri tre gruppi stanno facendo molto bene: gli Allievi regionali B di Toselli possono puntare al secondo posto, l’Anzio non è imprendibile; i Giovanissimi d’Elite ora affidati a Rinaldi-Alfarone sono immediatamente dietro alle big e stanno sorprendendo, mentre i Giovanissimi regionali B di Rizzo sono secondi e possono contendere anche il primato al Latina. Infine ci sono i due gruppi 2003, quello di Tanzilli e quello di Gemelli, che stanno lavorando sotto età e rappresenteranno i nostri Giovanissimi B regionali o Elite nella prossima stagione».