11 dicembre 2016

Di Maio: “È gravissimo quello che emerge dalle intercettazioni del Sindaco di Pescara Marco Alessandrini”

Il Vice Presidente della Camera Luigi Di Maio in Aula durante la seduta comune del Parlamento, Roma, 10 Luglio 2014. ANSA/ GIUSEPPE LAMI

È gravissimo quello che emerge dalle intercettazioni del Sindaco di Pescara Marco Alessandrini, che ha ordinato di mentire in merito al mare inquinato, in cui i cittadini e le famiglie facevano il bagno dopo che migliaia di metri cubi di liquami erano finiti in acqua per la rottura di una condotta: “Dobbiamo dire un po’ di bugie?” chiede un dirigente, “Sì, sì, direi di sì” risponde il Sindaco del PD.

Intanto pare che il vicesindaco avesse già trovato una soluzione, ovvero falsificare un atto pubblico (“Se riusciamo a metterla [l’ordinanza] vabbè, vedremo che data dargli…”), e che al telefono si facessero grandi risate sul fatto di non dover togliere i cartelli di divieto balneazione perché – nonostante l’obbligo per legge – non li avevano mai messi. Ne viene fuori una fotografia agghiacciante di un’amministrazione che omette, mente e falsifica. E ride.

Nel rapporto della polizia alla Procura si legge: “Mai è stata espressa preoccupazione per i numerosi bagnanti che hanno affollato il litorale pescarese, soprattutto per le categorie più esposte come i bambini”. Come spiega Enrica Sabatini, queste persone sono pericolose e irresponsabili e devono essere allontanate immediatamente, cancellando i loro nomi dalla storia amministrativa di una città che non sono degni di rappresentare. ‪#‎AlessandriniDimettiti‬

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5996 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.