5 dicembre 2016

Regione Lazio – Formazione, Righini-Santori, FDI: “Zingaretti chiarisca su sospette assunzioni agenzia Latina”

“Assumere nuovo personale tralasciando una graduatoria non ancora scaduta rappresenta l’ennesimo sperpero di denaro pubblico. Agisce così l’Agenzia Latina Formazione e Lavoro Spa e i suoi vertici miracolati dalla nominopoli rossa, dimenticando di aver bandito un concorso per l’assunzione di personale, con una graduatoria con scadenza triennale ancora in vigore, ricorre a nuove assunzioni tramite agenzia interinale. Senza tralasciare il fatto che è stato aperto un fascicolo in Procura in merito ai rapporti di parentela o affinità tra i neo assunti con noti dirigenti , o ex dirigenti, dell’Agenzia. L’ennesima vergogna che sta coprendo la dissennata gestione del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che continua a nascondersi dietro i suoi sodali senza intervenire in maniera determinata per bloccare l’ennesima parentopoli di centrosinistra e il solito danno all’erario pubblico” E’ quanto dichiarano Giancarlo Righini e Fabrizio Santori, consiglieri di Fratelli d’Italia – An in Consiglio regionale del Lazio che hanno presentato sulla vicenda un’interrogazione a risposta scritta al presidente Zingaretti in cui si chiede al Governatore “di chiarire la vicenda e quali azioni porrà in essere per riportare alla legalità una situazione che di legale sembrerebbe averne ben poca”.

“A nulla sono valse le diffide inoltrate alla stessa Agenzia da parte dei lavoratori collocati utili in graduatoria, la quale si è limitata a giustificarsi sostenendo che il personale assunto presenterebbe  profili professionali diversi da quelli del precedente bando. Scuse pretestuose considerato che il personale che esercita funzioni legate alla formazione professionale, è personale di tipo amministrativo o svolge attività di docenza. S’ignora, inoltre,  che il ricorso ad un’agenzia di “somministrazione” espone l’ente stesso ad un costo ulteriore rispetto all’assunzione di personale in graduatoria, esponendo gli enti coinvolti ad una sanzione della Corte dei Conti. In più, uno degli aspiranti utile in graduatoria ha anche presentato un esposto alla procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina chiedendo l’avvio di un’indagine penale. Considerato che la formazione professionale è una funzione delegata dalla Regione alle Province e che la stessa si esercita con fondi conferiti dalla Regione, e che la verifica dei fatti succitati anche da parte dell’investita Procura della repubblica espone la Regione Lazio ad un danno, anche erariale, di notevole entità dal momento che la funzione viene esercitata con fondi regionali, è  il caso che  il Presidente Zingaretti  ci faccia sapere se è a conoscenza dei  fatti.   Zingaretti chiarisca se la suddetta  Agenzia esercita la funzione con fondi propri, mediante fondi provinciali o mediante fondi che la Regione Lazio conferisce alla Provincia di Latina. Ci piacerebbe, inoltre, sapere quali siano le funzioni esercitate dal personale assunto mediante il ricorso alla somministrazione e con quali fondi venga pagato. Verificata la veridicità di quanto detto e riflettuto sulla necessità che il riordino delle funzioni avvenga con cognizione e non in maniera disordinata e disorganica, il presidente Zingaretti ci faccia sapere come intende agire. D’altronde ha sempre avuto la grande abilità di eclissarsi, imboscarsi sapientemente non facendo parlare della sua Amministrazione ma questo castello di carta in cui si è rifugiato sta mostrando tutta la sua fragilità” concludono Righini e Santori.

About Emanuele Bompadre 8230 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.