7 dicembre 2016

Calcio – I° Categoria, Atletico Morena, Galassi: “Sono qui perché c’è un club importante”

L’Atletico Morena vince ancora. La squadra dei patron Enzo e Mauro Fabrizi ha battuto a domicilio (3-0) l’Atletico Monteporzio grazie alle reti di Battistelli (nel finale di primo tempo), Placidi e Ledda. A gara già in “ghiaccio”, c’è stata gloria anche per il portiere capitolino Gabriel Galassi che ha parato un calcio di rigore. E’ proprio l’estremo difensore classe 1994, che l’anno scorso si divise tra Anzio (serie D) e Carsoli (Promozione abruzzese), a commentare la gara coi castellani. «Una vittoria meritata. Siamo entrati in campo con la giusta determinazione, sapevamo che questi tre punti sarebbero stati troppo importanti per continuare la nostra corsa e li abbiamo conquistati». L’Atletico Morena rimane a -4 dalla Cavese capolista e a +2 sul Real Rocca di Papa. «Ma io continuo a guardare avanti e così la pensa tutta la squadra – spiega Galassi – Il nostro obiettivo è quantomeno di mantenere il secondo posto, facendoci trovare pronti in caso di possibilità ulteriori. Purtroppo abbiamo avuto un calo a dicembre che ci è costato qualche punto rispetto alle nostre avversarie, ma sono cose che nell’arco di una stagione possono accadere». Per quanto riguarda il suo ruolo, c’è la forte concorrenza di Di Gennaro. «In realtà tra noi non c’è alcuna rivalità, anzi abbiamo un ottimo rapporto e c’è collaborazione – rimarca Galassi – La presenza dell’uno stimola l’altro e viceversa, sono molto felice dell’esperienza che sto accumulando in questa annata». Insomma, nessun rimpianto per essere sceso di categoria. «Assolutamente no, anche perché conosco la proprietà di questo club e ne ho subito sposato il progetto quando mi è stato chiesto di farne parte. L’Atletico Morena ha voglia di scalare categorie, le potenzialità per farlo ci sono tutte». Ora arriva la sosta e poi ci sarà la scorbutica trasferta con lo Sporting Torbellamonaca. «Una squadra combattiva – spiega Galassi –, di forte personalità e poi sul loro campo non sarà facile andare a strappare punti. Ma noi, come detto, dobbiamo dare tutto per arrivare il più in alto possibile, poi alla fine della stagione tireremo le somme e vedremo cosa ne sarà venuto fuori».