23 marzo 2017

Cisterna di Latina – Grande successo ed emozioni al 72° esodo cisternese

Si sono celebrati l’altra  mattina il 72° anniversario dell’Esodo Cisternese e la 1° Giornata della Memoria Cisternese nonché aperte le candidature al 15° Premio Cisterna.
Dopo la deposizione della corona d’alloro alle vittime presso il Monumento ai Caduti e la deposizione di fiori nelle grotte in ricordo dei rifugiati, all’interno della Sala della Loggia si è tenuta la prima edizione della Giornata della Memoria Cisternese, la Storia raccontata dai testimoni.
Una nuova iniziativa che rievoca le vicende della guerra a Cisterna e che si alternerà alla consegna del Premio Cisterna il quale, per accrescerne l’attesa e il prestigio, diventa un appuntamento biennale.
La manifestazione è stata aperta dall’anteprima nazionale di un esperimento musicale di shock art, dal titolo “The Fantasmatic Sonority” del Maestro Lauro Graziosi, eseguito dalla pianista Maria Vittoria Baccari  che ha poi musicato, con il brano “The big secret” di Michael Nyman, l’emozionante poesia “Sottosopra” scritta e interpretata dall’attore Fabio Ramiccia.
Quindi sono stati affrontati alcuni dei più drammatici eventi vissuti dalla popolazione cisternese durante l’ultima guerra, ovvero la condizione degli sfollati, l’eccidio di Pratolungo dove persero la vita 12 persone tra i quali due cisternesi, la strage Salaro avvenuta in località Prato Cesarino dove persero la vita 13 persone ed altre 6 rimasero gravemente ferite.
A far rivivere tali drammi sono stati dei testimoni diretti ovvero i fratelli Delia ed Eugenio Comandini, Orlando Carapellotti e Antonio Caselli intervistati da Agnese Del Prete e Mauro Nasi.
Momenti a volte duri, difficili da raccontare e che hanno suscitato più volte la commozione di coloro che li hanno vissuti in prima persona, una grande storia umana che l’iniziativa ha voluto trasmettere alle nuove generazioni.
Premiati anche gli studenti delle scuole di Cisterna partecipanti al concorso “Un logo per Pratolungo” vinto dagli studenti della Giovanni Cena per la categoria “logo” e da quelli della Aleramo per la categoria “manifesto”.
Di grande suggestione le interpretazioni del “Cantico delle creature” del baritono Luigi Narducci e dell’Ave Maria di  Schubert del tenore Michele D’Abundo.
“Troppo spesso – hanno detto il sindaco Eleonora Della Penna e il presidente della Commissione Cultura Pier Luigi Di Cori – manca una memoria storica e si dimentica tutto e presto. Per questo abbiamo voluto la Giornata della Memoria Cisternese affinché le sofferenze e il sacrifico dei nostri nonni e genitori non debba essere cadere nel dimenticatoio ma, al contrario, essere fiamma viva, a volte dolorosa, in grado di illuminare la condotta delle nuove generazioni affinché la follia della guerra non debba più ripetersi”.
Presente alla cerimonia anche la Commissione per il Premio Cisterna che da oggi, attraverso un banner sul sito web comunale o l’indirizzo premiocisterna@comune.cisterna.latina.it recepirà le candidature da vagliare per il conferimento del titolo il 19 marzo 2017.

About Giovanni Soldato 2929 Articoli
Giovanni Soldato, specialista della fotografia.... secondo lui, ottima penna sia in ambito sportivo ma soprattutto nell'ambito dei motori. Nato a Barberino del Mugello appena ha tempo mette le due ruote in pista. Collaboratore de Il Tabloid cura la provincia di Latina, le notizie nazionali e dall'estero.