8 dicembre 2016

MotoGP – Losail, Espargarò: “Posso fare molto di più”

La stagione della classe regina si apre con il settimo posto in Qatar per Pol Espargarò, il pilota Monster Yamaha Tech 3 resta a metà ordine di arrivo ma comanda la classifica delle scuderie satellite mettendo la sua M1 davanti a tutti gli altri prototipi non ufficiali. Lo spagnolo parte male e resta nel gruppo centrale, tenta di staccare il suo compagno di box Bradley Smith e, a causa di qualche problema tecnico che gli impedisce una corretta visuale, perde il vantaggio sul britannico; i due sono ancora appaiati nelle battute finali ma lo spagnolo taglia il traguardo davanti, settimo, a 18.629s dal vincitore. Un inizio molto più positivo per il team satellite di Iwata e per il suo pilota numero 44 che si sente molto di più a suo agio sulla M1 rispetto all’anno scorso. Il prossimo appuntamento in Argentina sarà significativo visto che Espargarò non è mai andato al di là dell’ottavo posto.

Pol Espargaro: “Sono soddisfatto del risultato ottenuto soprattutto perché rispetto alla stagione 2015 mi trovo meglio con la moto. Quest’anno le mie sensazioni sono migliori e sono convinto che posso fare di più. La gara di domenica non è stata facile, perché ho fatto alcuni errori soprattutto alla partenza. Sono rimasto bloccato dietro alcuni piloti e ho perso contatto con Viñales e Pedrosa che erano alla mia portata e avevano il mio passo. A sette giri dalla fine il sudore della fronte non mi faceva vedere bene e mi davano fastidio anche le luci sulla pista. Il mio compagno di scuderie si è fatto vicino ma senza riuscire a superarmi. In Argentina sarà una sfida più importante visto che proveremo meno che a Losail; lo scorso anno a Rio Hondo ho fatto una bella gara e so che sarà dura se le condizioni saranno difficili come in Qatar”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.