5 dicembre 2016

Piano assunzionale Roma Capitale: mercoledì 23 marzo assemblea unitaria generale di tutto il personale

Ieri si è svolta la riunione in Campidoglio sulla dotazione organica e il piano assunzionale triennale di Roma Capitale. Dopo ben due mesi di richieste l’Amministrazione ha finalmente fornito dei dati sconcertanti relativi alle capacità assunzionali dal 2011 ad oggi deliberatamente non sfruttate. Infatti, risultano circa 18 milioni di Euro che potevano essere utilizzati, in base alla normativa vigente nazionale relativa ai limiti assunzionali delle pubbliche amministrazioni, ma che non saranno impegnati per le nuove assunzioni: serviranno a coprire i debiti inseriti nel piano di rientro di Roma Capitale.

Questo ha prodotto un  piano assunzionale   insufficiente ed inadeguato perché non permetterà all’Ente di dotarsi di quelle nuove competenze, ormai irrinunciabili, che  possono assicurare solo i vincitori delle 22 procedure concorsuali, in quanto questo piano assunzionale non ne assicura il completo impiego. Particolare allarme desta il settore educativo-scolastico che con un vuoto in organico riferito a oltre 1500 sezioni non presidiate, mette in particolare dubbio la piena ed efficiente  riapertura delle scuole dei nidi a settembre.

L’unica soluzione percorribile è quella dello sblocco del turn over del settore educativo scolastico comunale che permetta di dare risposte ad un precariato ormai ventennale, come già effettuato per la scuola statale nell’ambito della legge della Buona Scuola nella fascia 0-6. Situazione questa che sembra ora attenzionata nella sua drammaticità proprio in questi giorni anche dal Ministro Madia. Attiveremo nei prossimi giorni tutte le iniziative sindacali e legali a supporto dei diritti e delle legittime aspettative dei vincitori dei concorsi e dei lavoratori del settore educativo scolastico.

Già il prossimo mercoledì 23 marzo dalle ore 7 alle ore 11 è stata indetta un’assemblea unitaria generale di tutto il personale capitolino in Piazza del Campidoglio proprio su questa tema, oltre quello annoso del salario accessorio ad oggi ancora non risolto. E’ necessario che tutti i lavoratori, i precari e i vincitori dei concorsi di Roma capitale  partecipino per far sentire la loro voce.

Il Segretario Enti Locali

Giancarlo Cosentino