20 gennaio 2017

Calcio – I° Categoria, Gioc Cocciano, Giovannelli: “Perdere col Certosa sarebbe da allarme rosso”

La Gioc Cocciano Frascati ha fatto imbufalire mister Tiziano Giovannelli. La squadra tuscolana ha perso 2-1 nel 23esimo turno del girone G di Prima categoria, disputato sul campo dello Sporting Torbellamonaca. Ma è stato soprattutto il modo a non piacere all’allenatore della squadra frascatana. «Domenica scorsa siamo scesi in campo senza alcun tipo di impegno e concentrazione. Purtroppo la nostra situazione di metà classifica, al momento piuttosto lontani dalle zone di vertice e da quella di coda, deve aver “scaricato” mentalmente alcuni nostri ragazzi e questo non va per niente bene. Anche perché non abbiamo ancora la matematica certezza della permanenza in categoria. Con lo Sporting Torbellamonaca, squadra che l’ha messa sul piano agonistico com’era giusto che fosse vista la propria situazione di classifica, abbiamo pareggiato l’iniziale svantaggio frutto di uno svarione grazie al gol di Daniele Testa che rientrava praticamente dopo tre mesi di stop per un problema ai legamenti della caviglia. Poi siamo riusciti a sciupare alcune occasioni in maniera imbarazzante e a pochi minuti dalla fine lo Sporting Torbellamonaca ha trovato la vittoria con uno splendido calcio di punizione. Nell’allenamento di martedì mi sono molto arrabbiato coi ragazzi, ho cercato di scuoterli facendo capire loro che siamo a marzo e la stagione non è finita: nelle ultime tre partite abbiamo collezionato due punti frutti di pareggi in extremis e così non va». Nel prossimo turno la Gioc Cocciano Frascati ospiterà il Certosa, squadra terz’ultima della classe. «All’andata perdemmo in maniera assurda, passando dallo 0-1 al 2-1 al 96’ e anche in quel caso sciupando davvero tante opportunità da rete. Il Certosa, che è reduce dal brutto 0-5 interno contro la Cavese capolista, ha l’acqua alla gola e verrà a fare una battaglia sportiva qui a Frascati, quindi noi dovremo essere pronti dal punto di vista mentale a un match di quel tipo. Se dovessimo perdere, ci ritroveremmo alle prese con un finale di stagione molto antipatico: servirà massima attenzione e voglia di fare bene».