4 dicembre 2016

Made in Italy: da Coldiretti/Airi proposta per filiera riso

​Coldiretti e Associazione Industrie Risiere Italiane (Airi) hanno concordato la nuova proposta di politica di filiera per il settore riso alla presenza dei Presidenti delle commissioni agricoltura al Senato Roberto Formigoni e alla Camera Luca Sani e al Vice Ministro delle Politiche Agricole Andreo Olivero. L’incontro si è svolto a Palazzo Rospigliosi sede della Coldiretti con il Presidente Nazionale della Coldiretti Roberto Moncalvo, il vicepresidente Mauro Tonello e il presidente di Airi Mario Francese. E’ stato ribadito – sottolineano Coldiretti/Airi come il riso italiano per le sue peculiarita’ qualitative e le potenzialita’ economiche gioca un ruolo strategico in Europa dove pero’ questa opportunità’ e’ ostacolata da alcune emergenze che potranno essere superate solo se tutti gli attori si attiveranno tempestivamente e univocamente. Un equilibrata produzione di riso lungo indica nazionale, oggi minacciata dalle importazioni dai PMA senza dazio, e’ indispensabile affinche’ il riso italiano possa mantenere una rilevante presenza sul mercato europeo, da cui puo’ continuare a trarre beneficio anche il consumo di riso japonica. Questo lo si può ottenere – continuano Coldiretti/Airi – solo attraverso una ridistribuzione degli aiuti accoppiati PAC, per garantire un incentivo interessante per il mantenimento di una adeguata produzione migliorando la competitivita’ rispetto al prodotto d’importazione. Tutto questo deve essere accompagnato, attraverso la delega prevista dal collegato agricolo, da una riforma dell’Ente Risi che – sottolineano Coldiretti/Airi – deve essere riadeguata alle necessita’ di filiera e all’approvazione della riforma della legge sulla commercializzazione del riso.  Dal vice ministro delle Politiche Agricole Andrea Olivero, cosi come dai Presidenti delle commissioni agricoltura del Senato Roberto Formigoni e della Camera Luca Sani, è venuta la disponibilità a lavorare per accelerare i tempi per far si che questo 2016 possa veramente essere l’anno della svolta per ridare vigore ad un mercato che vede l’Italia sicura protagonista in Europa‎, a salvaguardia di una produzione che rappresenta un plus del Made in Italy nel mondo.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5936 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.