7 dicembre 2016

Francofilm Festival, ieri sera la serata conclusiva

Si è conclusa mercoledì 16 marzo la settima edizione del Francofilm, Festival del Film Francofono di Roma, organizzato dall’Institut français – Centre Saint-Louis in collaborazione con le Ambasciate e rappresentanze diplomatiche di paesi membri e osservatori dell’Organizzazione Internazionale della Francofonia.

Il festival si è tenuto dall’8 al 16 marzo nella sede dell’IF-CSL in largo Toniolo 22, il pubblico ha potuto incontrare numerosi registi e attori, e vedere 12 lungometraggi in concorso, per la maggior parte inediti in Italia, provenienti da: Belgio, Canada-Québec, Costa d’Avorio, Francia, Grecia, Libano, Lussemburgo, Mali, Marocco, Romania, Svizzera e Vietnam.

La giuria del festival presieduta da Romano Milani, Segretario Generale del Sindacato Giornalisti Cinematografici Italiani, Giovanni Pompili produttore a capo della Kino produzione e Federico Pontiggia giornalista e critico de Il Fatto quotidiano e La rivista del cinematografo, ha assegnato il Premio della Giuria a AU MILIEU DE NULLE PART (Vietnam) di Đi p: “Opera prima di una giovane ma già apprezzata cineasta, il film propone un’amara realtà in un ambito sociale e geografico volutamente delimitato per farne eco di un dramma che non conosce confini. Senza ipocrisie e senza compiacimenti affronta precarietà delle relazioni, mutazioni dei corpi, ossessioni sessuali: non “si agita nel mezzo del nulla” – come recita il titolo francese – ma tesse ponti tra il local vietnamita e il global esistenziale, mettendo a fuoco la subalternità economica femminile e insieme aprendo alla speranza, attraverso un film piccolo ma sapido, multiforme nei registri ma unitario nella poetica umana e umanista.”

Il Premio del pubblico è andato al film del Lussemburgo MELODY di Bernard Bellefroid. Il Lussemburgo partecipa al Francofilm fin dalla prima edizione, ed è la seconda volta che questo paese della Francofonia vince un riconoscimento nell’ambito del festival francofono di Roma.
Ambientati in due paesi culturalmente diversi, i film premiati di quest’anno condividono una tematica simile. Evocano in entrambi i casi un argomento delicato, quello della maternità, che viene affrontato con poesia e naturalezza senza mai cadere nel patetico.

Francofilm è stato organizzato con il sostegno di Air France, ed è per la seconda volta patrocinato dal FIFF, Festival International du Film Francophone de Namur. Ringraziamo l’Ambasciata del Gra D cat del L ssemb r per il ri fresc del 12 marzo.

Maria Chiara D'Apote
About Maria Chiara D'Apote 63 Articoli
Laureata in Lettere presso il Dipartimento di "Italianistica e Spettacolo "della Università "La Sapienza di Roma". Si occupa da anni di Teatro,Cinema,Poesia,Pittura. Dal 1986 fa insegnamento Primario e Didattica dello Spettacolo per bambini, in una visione olistica,sistemica, dell' Essere Umano. Ha pubblicato articoli sul quotidiano socialista Avanti! (avantioline). Dal Gennaio 2016 scrive sul giornale  Il Tabloid, pubblicando articoli nella rubrica Cinema e Spettacolo.