Alatri – La replica dell’Amministrazione a Iannarilli sulle multe

Alatri

[su_quote]

Quali 250.000 euro? di cosa parla Iannarilli? Dove ha preso questi numeri? – sono le domande che si pongono presso il palazzo comunale, non solo dalla parte politica, ma anche da quella tecnica, riferite all’articolo apparso negli scorsi giorni in cui l’ex Iannarilli accusa il comune di fare cassa con i proventi delle contravvenzioni al codice della strada. – veramente restiamo basiti dinanzi a tanta mancata conoscenza dei fatti e incapacità a leggere le cifre del bilancio comunale. Il capitolo relativo agli accertamenti di proventi contravvenzionali in materia di circolazione stradale – cap. 345, titolo 3°, così è identificato nel nostro bilancio, porta per l’esercizio 2015 una  entrata pari a 71.800 euro, a € 90.800 per il 2014 e di € 70.280 per il 2013. Evidentemente c’è qualcosa che non quadra! Proprio per sconfessare anche eventuali riferimenti a previsioni da venire, per la formazione del bilancio di previsione in fase di approvazione, cioè quello 2016, il Responsabile di Servizio così relaziona: rilevato che l’importo delle sanzioni al Codice della Strada, in sede di previsione iniziale, è ritenuto pari ad € 140.000,00; rilevato che tale importo si riduce, dedotto il fondo crediti di dubbia esigibilità, ad € 99.980, avendo detratto l’importo di € 40.019,46 ( sono residui da incassare passati da anni ad Equitalia e che oggi siamo costretti ad eliminare per il computo del bilancio), si determinano con riferimento all’esercizio finanziario 2016, le seguenti destinazioni dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie derivanti da violazioni alla normativa del Codice della Strada: a) Importo da iscrivere nel Titolo 1° Entrata , Titolo III – Entrate extratributarie per sanzioni che saranno accertate  nell’anno 2016, dedotto il fondo crediti di dubbia esigibilità nella misura di € 99.980,4 b) Importo da iscrivere nel Titolo 1° della Spesa del Bilancio 2015 così distinti: € 46.728,605  Acquisto beni di consumo  € 6.000,00; Prestazioni di servizi  € 5.950,00; Acquisto beni di consumo (Spese varie di esercizio ed acquisto automezzi) € 11.750,00; Acquisto beni di consumo (Manutenzione ordinaria Viabilità) € 5.261,62; Prestazione di servizi (Manutenzione ordinaria  Viabilità)  € 3.028,605; Spese per il personale (Previdenza complementare)  € 1.000,00; Spese per il personale € 17.000,00 per un totale di € 99.980. Queste sono le cifre su cui siamo pronti a discutere se ne è il caso, cifre che descrivono come meglio no potrebbero le parole quanto sia deviata la lettura di Iannarilli . Una considerazione politica la lasciamo all’Assessore Competente Mario Belli: “sono veramente sorpreso di quanto si possano travisare i fatti pur di fare campagna elettorale: l’attività del corpo di polizia locale di Alatri, per il quale mi sento di poter garantire che non ha bisogno di interventi riorganizzativi, soprattutto provenienti da certe persone che millantano crediti professionali, è una attività ordinaria di controllo e gestione della viabilità, tale da produrre gettiti ordinari, proporzionati alla casistica nazionale. I numeri ci danno ragione su tutti i fronti, mi spiace che Iannarilli arrampicandosi sugli specchi getti discredito con così tanta leggerezza su un’ attività istituzionale quale quella della Polizia Locale e sulla quale né il sottoscritto, tantomeno il Sindaco ha mai cercato di fare “politica”, lasciando ai tecnici il coordinamento di tutte le attività fino alle modalità di controllo e repressione. D’altronde se la polizia locale non facesse le multe a chi infrange il codice della strada, cosa altro dovrebbe fare?

[/su_quote]

Così in una nota l’Amministrazione Comunale di Alatri

I video del giorno

Informazioni su Samantha Lombardi 4780 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it