8 dicembre 2016

Regione Lazio – Fitch conferma il rating del Lazio, crescita 1% nel 2016

L’agenzia Fitch ha confermato il rating di lungo termine della Regione Lazio a ‘BBB’, quello di breve termine a ‘F3’ e l’outlook stabile. Secondo il giudizio di Fitch, la Regione Lazio è stata all’avanguardia fra le regioni italiane che hanno migliorato il proprio sistema contabile. Le fatture sono ora pagate entro circa 60 giorni, “un significativo miglioramento se comparato ai 250 giorni degli ultimi decenni”.

Un altro punto di forza, sulla base delle stime di Fitch, è l’aumento di circa l’1% dell’economia del Lazio nel 2015 grazie all’industria farmaceutica e al settore automobilistico che hanno spinto l’export sopra i 20 miliardi (pari al 13% del PIL regionale). Anche il turismo e il commercio hanno supportato la creazione di nuovi posti di lavoro tant’è che “l’occupazione ha raggiunto il livello più alto degli ultimi dieci anni con 2,35 milioni di occupati”. Fitch si attende che l’economia del Lazio continuerà a crescere di circa l’1% nel 2016, sostenendo la crescita delle entrate verso 15 miliardi di euro nel medio periodo, con un incremento di 1,5 miliardi rispetto ai 13,5 miliardi di euro nel 2013/2014. Per il Lazio, ci sono quindi tutte le condizioni “strutturali” di perseguire il pareggio di bilancio anche per il futuro.

Inoltre, l’agenzia di rating ha valutato positivamente anche l’operazione di valorizzazione del patrimonio immobiliare che, insieme ai fondi comunitari, ha contribuito a finanziare i circa 750 milioni di euro di investimenti l’anno per i trasporti, gli ospedali e per lo sviluppo economico.

 Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

About Samantha Lombardi 4027 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it