9 dicembre 2016

Calcio – I° Categoria, Colle di Fuori, il Tripodi-bis si apre con una splendida vittoria: “Ora finiamo bene”

Si erano lasciati serenamente con una stretta di mano, forse nella speranza che la squadra potesse sentire “la scossa” di un cambio. Ma a due sole settimane di distanza dalla loro separazione, mister Domenico Tripodi e il Colle di Fuori sono tornati insieme. E’ lo stesso allenatore a spiegare la dinamica delle vicende del fine settimana scorso. «Mi ha contattato il presidente Antonio Di Martino e assieme abbiamo concordato che fosse giusto riprendere il mio posto. Qui ci sono tanti ragazzi che sono venuti a Colle di Fuori in virtù della mia presenza e anche sulla spinta della squadra, il club ha lavorato affinchè ritornassi sulla panchina». La prima partita del Tripodi-bis è stata un trionfo: il 4-2 casalingo contro il Castelverde è stato un successo fortemente voluto. «Eppure avevamo totalmente sbagliato l’approccio tanto che gli ospiti erano andati sul doppio vantaggio. In questo senso è stato decisivo il gol su calcio di rigore di Consorti poco prima dell’intervallo: negli spogliatoi ho fatto capire ai ragazzi che bisognava cambiare passo e nel secondo tempo lo hanno fatto, pareggiando i conti con Provaroni, segnando il gol del 3-2 con lo stesso Consorti dopo una splendida azione di Sgrulloni e infine sigillando il risultato con Pucci. Abbiamo giocato un secondo tempo di alta qualità, dimostrando tra l’altro uno stato di condizione fisica generale sicuramente buono». Nel prossimo turno il Colle di Fuori sarà ospite della Borghesiana. «Una squadra valida allenata da un tecnico di grande esperienza come Virgili. So che hanno preso da qualche tempo Monaco, un mio ex giocatore a Torrenova, e ricordo che avevano una buona squadra, ma andremo lì per fare una buona partita anche perché recupereremo Di Carlo, Cicalissi, Vagnini e Grandoni che erano assenti nell’ultimo match». E lo stesso spirito dovrà animare il Colle di Fuori da qui a fine stagione. «Bisogna finire bene perché tutti siamo sotto esame – dice Tripodi – La società non ci ha fatto mancare mai nulla e noi abbiamo delle responsabilità verso questo club».