4 dicembre 2016

Calcio – Giovanissimi 2003, Albalonga, Bruschi: “Il gruppo è migliorato davvero tanto”

Una stagione per “saggiare” il clima da gara vera. Il gruppo 2003 dell’Albalonga, allenato da Simone Bruschi, sta affrontando il campionato Giovanissimi sperimentali sotto età proprio per arrivare il più pronto possibile alla prossima annata. Nell’ultimo turno i giovani castellani hanno battuto per 7-0 l’Anzio al termine di un match senza mai storia. «La differenza tra le due squadre si è vista tutta – commenta Bruschi – Già all’intervallo siamo arrivati sul 6-0, poi nella ripresa per motivi disciplinari ho tolto un mio giocatore dal campo senza avere la possibilità di sostituirlo perché ormai avevamo finito i cambi e abbiamo segnato un “solo” gol. In questo girone ci sono due squadre nettamente sopra alla media, Roma e Borgo Carso, e poi il Cecchina che ha costruito davvero una bella compagine, mentre in fondo ci sono avversari in difficoltà e quindi il divario è evidente». Il risultato, comunque, ha davvero un valore secondario. «Mai come in questa stagione bisogna capire il grado di crescita dell’intero gruppo. Io alleno questi ragazzi da tre anni e alcuni hanno fatto progressi davvero inattesi, ma anche dando uno sguardo d’insieme posso dirmi molto soddisfatto. Questi ragazzi devono crescere e strutturarsi dal punto di vista fisico, ma quello è anche un fattore legato alla giovanissima età. Per il resto bisogna sempre continuare a lavorare, ad allenarsi e a migliorare». Nel prossimo turno l’Albalonga è attesa dal match esterno con la Fortitudo Academy di Velletri. «Loro sono ultimi in classifica e all’andata si vide la differenza tra le due squadre – ricorda Bruschi – Ma in questo campionato non sai mai che tipo di avversario puoi trovarti di fronte, basta che vengano inseriti alcuni 2002 in più e noi possiamo andare un po’ in difficoltà perché un anno di differenza a questa età si fa sentire. In ogni caso, volendo trovare uno stimolo di classifica, direi che possiamo puntare a chiudere quarti visto che abbiamo un calendario sulla carta favorevole».