5 dicembre 2016

Davide Rigon “Sebring, banco di prova importante”

Per Davide Rigon è il momento di tornare al volante della Ferrari 488 GTE numero 62. Teatro della nuova sfida sarà la 12 Ore di Sebring, secondo appuntamento  della serie americana IMSA SportsCar Championship. Dopo la positiva esperienza nella 24 Ore di Daytona, il team Risi Competizioni ha voluto fortemente, al fianco dei piloti titolari Giancarlo Fisichella e Toni Vilander, il driver vicentino che quest’anno sarà ancora una volta il grande protagonista del Mondiale FIA World Endurance Championshp, a partire dal mese di aprile, con la 488 GTE di AF Corse.

Un’occasione importante per Davide, che avrà occasione di familiarizzare ulteriormente con la nuova arma di Maranello mettendo a disposizione dei compagni e del team di Houston la sua esperienza per raggiungere la prima vittoria stagionale e dare la prima grande soddisfazione alla Ferrari 488 GTE. Durante la due giorni di test collettivi Davide ha preso le misure col selettivo tracciato della Florida, una pista impegnativa e vecchio stile che esalta le qualità dei piloti, sulla quale ogni errore viene pagato a caro prezzo. Il tracciato è caratterizzato da 17 curve, alcune molto lente e altre molto veloci, intervallate da lunghi e sconnessi rettilinei.

Davide Rigon “Questa settimana sono stato al simulatore Ferrari GT per preparare al meglio tutti i dettagli. La Ferrari 488 GTE è veramente una vettura fantastica che saprà regalarci grandissime soddisfazioni, nonostante una concorrenza agguerritissima. Ci aspetta una gara veramente tosta. Il Sebring International Raceway è selettivo con un asfalto molto usurato e tantissimi bumping. Sarà un bel banco di prova per noi. Tutta la meccanica sarà messa sotto pressione. Martedì partirò per la Florida  con l’obiettivo di fare bene. Il clima nel team è fantastico e si è creato un bel rapporto sia con tutto lo staff che con Giancarlo e Toni, rafforzato a Montecarlo durante l’ultima sessione di allenamento collettiva”

 

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5947 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.