5 dicembre 2016

Pattinaggio – Skating Frascati, Araujo: “Il freestyle ha avuto una crescita continua, pronti per le prime gare”

 E’ la più recente (e ghiotta) novità dell’ampia offerta dello Skating Frascati. Un’intuizione davvero felice quella del presidente Claudio Valente di puntare forte sul freestyle, disciplina che sta andando per la maggiore ultimamente e che anche nel club tuscolano ha riscosso un grande successo da quando è stata ufficialmente aperta la sezione nell’estate del 2014. Come fatto nel pattinaggio “tradizionale”, Valente si è affidato a un personaggio di prim’ordine nel ruolo di responsabile: così è nata la scelta di Diego Araujo, atleta brasiliano che da tempo vive in Italia e che è tuttora tra i migliori interpreti del freestyle mondiale (si è piazzato nono ai recenti mondiali nella specialità dello speed slalom). «E’ il mio secondo anno di lavoro con lo Skating Frascati – dice Araujo – e siamo molto soddisfatti di come stiano andando le cose. Abbiamo atleti dai 3 anni in su, comprendendo anche persone avanti con l’età. La cosa più importante è la voglia di imparare, si può cominciare in qualsiasi momento: il freestyle rappresenta per molti un nuovo modo di esprimersi in pista». Il settore prevede la presenza di tre gruppi di atleti. «Li abbiamo divisi tra agonisti, pre-agonisti e principianti a seconda delle qualità – racconta Araujo – Le specialità principali sono quelle denominate freestyle, speed slalom e roller cross: non è necessario interpretare alla perfezione i tre stili, ma anzi ognuno si può specializzare su quello che predilige. L’ampia scelta è uno dei segreti del successo di questa disciplina». Il gruppo freestyle dello Skating Frascati si allena tra il salone della chiesa di Cocciano (nei periodi invernali), la pista di Villa Torlonia e la palestra della scuola Rodari di Ciampino, al sabato. Ed è ormai prossimo al debutto in gare ufficiali. «Sabato un corposo gruppo di nostri atleti parteciperà al campionato provinciale che si terrà all’Eur, il giorno successivo saremo presenti al “Trofeo Aversa” che si disputerà nella cittadina campana. Siamo curiosi di vedere l’approccio alla competizione dei nostri ragazzi – conclude Araujo – e soprattutto il loro modo di reagire al risultato che ne uscirà, positivo o negativo che sia». La chiusura spetta al presidente Claudio Valente. «Siamo davvero felici di come stia andando il settore freestyle del nostro club. Approfitto per ricordare il prestigioso appuntamento del 20 marzo, 24 aprile e 29 maggio quando si terrà il trofeo Lazio, storicamente dedicato all’artistico e per la prima volta aperto anche al freestyle. Un traguardo fortemente voluto dal sottoscritto come consigliere regionale della Fihp».