3 dicembre 2016

Questo week-end torna Nontiscordardimé

Tanti gli eventi in programma per abbellire gli spazi scolastici con murales, disegni, messa a dimora di piante e fiori nei cortili. A Roma l’appuntamento di punta sarà venerdì alle ore 12.00 alla scuola Castelseprio   Tema di questa edizione la “scuola a basse emissioni” per rilanciare stili di vita più sostenibili e una mobilità dolce

Scuole più belle e accoglienti, ma anche più sicure e all’insegna delle buone pratiche sostenibili per incentivare stili di viti più green e una mobilità dolce e contribuire a contrastare e ridurre lo smog in città. È questo il tema della 18esima edizione di Nontiscordardimé – Operazione scuole pulite, la giornata nazionale di volontariato ambientale in programma questo week-end in tutta Italia e organizzata da Legambiente per la qualità e la vivibilità degli edifici scolastici.

All’iniziativa parteciperanno 489 scuole, 3676 classi e 90.900 alunni e poi tanti volontari tra genitori, insegnanti, cittadini, pronti ad abbellire gli spazi scolastici con murales, disegni, orti in cortile, ma anche per pulire e ritinteggiare le aule. Tema di Nontiscordardimé 2016 sarà la “scuola a basse emissioni” per sottolineare come i plessi scolastici possano essere laboratori di cittadinanza attiva, ma anche di buone pratiche in fatto di mobilità sostenibile per diminuire l’afflusso delle auto vicino agli edifici scolastici. Legambiente ricorda che tra i punti più congestionati dal traffico ci sono quelli in prossimità delle scuole, dove ogni giorno si concentrano ingorghi e parcheggi selvaggi in doppia fila. Per questo l’11 e il 12 marzo oltre alle classiche iniziative di Nontiscordardimé, l’associazione ambientalista invita le scuole ad esporre (per un minimo di 30 giorni) un lenzuolo bianco “acchiappa smog” per riflettere, insieme agli alunni, sul problema dell’inquinamento in città e sulla possibilità di pianificare gli spostamenti puntando su pedibus, bicibus e sul trasporto collettivo.

Tra le scuole in prima linea sulla mobilità dolce, c’è quella romana di Castelseprio che da anni promuove attività di pedibus. L’istituto aprirà venerdì 11 marzo l’edizione 2016 Nontiscordardimé con gli alunni delle elementari e delle medie che, sin dal mattino insieme a insegnanti, genitori e volontari, saranno impegnati nel ridipingere i muri esterni e il cancello d’ingresso, nel risistemare l’aiuola adottata davanti alla scuola dove è stata realizzata una panchina e una staccionata di sicurezza dai volontari del Pedibus e dall’Associazione Verde Labaro.

L’appuntamento per la stampa sarà alle ore 12.00 presso la scuola secondaria di primo grado “Largo Castelseprio 11”. All’evento parteciperanno Vanessa Pallucchi, responsabile scuola e formazione di Legambiente, Loredana Leoni del Miur, Lorenzo Bertuccio, Euromobility, Daniele Torquati, presidente XV Municipio, Lucia Presilla, dirigente scolastica dell’IC Castelseprio, ai quali gli alunni consegneranno il dossier sulle criticità del tragitto casa-scuola e i ragazzi della scuola media presenteranno il progetto e le richieste di riqualificazione per la loro scuola.

“Nontiscordardimé – dichiara Vanessa Pallucchi, responsabile scuola e formazione di Legambiente – è un cantiere permanente nel quale, partendo dai bisogni e dalle necessità, insegnanti, alunni e genitori si prendono cura della scuola migliorando con piccoli interventi di manutenzione e abbellimento le cose che non vanno, rendendo l’ambiente più accogliente e rafforzando la responsabilità civica della comunità scolastica. Quest’anno la nostra campagna punterà anche l’attenzione sulla mobilità smart e su un tragitto casa-scuola più sicuro e sostenibile. Dopo l’istituzione, grazie alla legge 221/15, della figura del mobility manager scolastico, le scuole e le amministrazioni sono invitate ad essere molto attive nel promuovere stili di mobilità alternativi. Sappiamo quanto sia urgente ridurre i rischi generati dal traffico veicolare, dallo smog che soffoca le nostre città alla mancanza di sicurezza dei ragazzi nel muoversi autonomamente”.

Appuntamenti in programma: a Latina l’Istituto di Vittorio Veneto aprirà la giornata andando a scuola in bici, poi verranno sistemate le aiuole e gli studenti realizzeranno un video sul tema del risparmio energetico. A Napoli i ragazzi dell’Istituto Giugliano realizzeranno un murales per raccontare la storia di Don Peppe Diana. In Sicilia, gli alunni della scuola Giovanni Falcone di Enna puliranno gli spazi limitrofi e ridisegneranno le strisce pedonali. A Messina gli alunni della scuola primaria Alcara Li fusi realizzeranno murales e dei disegni nei corridoi e nell’androne, per rendere la struttura più accogliente. La scuola primaria “Rossi” di Aci Catena, oltre a abbellire gli spazi esterni della scuola, rifletterà anche sull’importanza del rispetto e dell’educazione ambientale.

Piccoli interventi di qualificazione degli ambienti scolastici, tinteggiatura della facciata esterna, laboratori sui temi ambientali e sulla raccolta differenziata saranno alcune delle azioni che vedranno impegnati i ragazzi dell’istituto Antonio Bello di Molfetta (Ba). In Puglia le “pulizie primaverile” prenderanno il via alla scuola primaria De Amici di Lizzanello, in provincia di Lecce, dove si realizzeranno delle aiuole e un piccolo orto. In provincia di Milano, ad abbellire gli spazi scolastici ci penseranno anche gli alunni dell’Istituto di via Brodolini, a Novate Milanese.

Ed ancora alla scuola primaria di Dessì a Porto Torres (SS) si pianteranno fiori e piccoli arbusti nell’orto scolastico e si ritinteggeranno alcuni parti della scuola. Anche in provincia di Pesaro Urbino, Nontiscordardimé sarà all’insegna della pulizia primaverile: insegnanti e alunni provvederanno alla tinteggiatura della rampa di accesso per i disabili e piantumeranno fiori nel giardino.

Infine anche quest’anno in occasione di Nontiscordardimé, Legambiente propone il concorso fotografico “La scuola in un click” ed invita le classi e le scuole ad inviare le immagini più significative della giornata che verranno premiate dall’associazione.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5930 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.