10 dicembre 2016

Berlino riceve l’archivio di Claudio Abbado

Italian conductor Claudio Abbado conducts the Lucerne Festival Orchestra during the opening concert of the Lucerne Festival, Thursday, 10 August 2006 in Lucerne, Switzerland. ANSA/URS FLUEELER

 

L’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diventa partner della donazione dell’Archivio di Claudio Abbado ai Berliner Philharmoniker.

Spartiti, appunti autografi, registrazioni audio e video, testi di carattere musicologico, lettere: l’intero patrimonio artistico e musicale di Claudio Abbado (1933-2014) sarà custodito a Berlino, presso la Staatsbibliothek. L’ente renderà l’archivio accessibile in una sala lettura dedicata al grande musicista. La Fondazione Berliner Philharmoniker curerà l’archivio e lo manterrà vivo dal punto di vista artistico: oltre al già esistente premio di composizione “Claudio Abbado”, saranno realizzate mostre, volte ad agevolare la conoscenza e lo studio delle partiture del Maestro, e incentivate nuove sponsorizzazioni per sostenere giovani direttori d’orchestra.

Il presidente della Fondazione Claudio Abbado, Paolo Lazzati, la direttrice generale della Staatsbibliothek di Berlino, Barbara Schneider-Kempf, e il direttore della Fondazione Berliner Philharmoniker, Martin Hoffmann, hanno firmato un accordo il 3 marzo 2016 nella Philharmonie di Berlino.

Il progetto prevede la catalogazione completa e la digitalizzazione di larga parte dell’Archivio. Una volta conclusi questi lavori la Bibliomediateca dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia avrà un accesso privilegiato all’archivio digitale.

“Per l’Accademia di Santa Cecilia  – afferma il Presidente-Sovrintendente dell’Accademia di Santa Cecilia Michele dall’Ongaro – è un grande onore e un privilegio  essere  partner di questa straordinaria iniziativa. L’Accademia custodisce e valorizza da secoli un ingente patrimonio bibliografico e musicale.  Questa opportunità, per la quale ringraziamo  la Fondazione Abbado e le Istituzioni Berlinesi, ci dà modo di rinsaldare il legame artistico con la memoria di un grande Maestro che tanta importanza ha avuto anche nella storia dell’Accademia”.

La Fondazione Claudio Abbado è stata istituita alla fine del 2014 dagli eredi del Maestro, affinché il suo patrimonio musicale venisse preservato nella sua interezza e consegnato a un’istituzione che ne garantisse una conservazione e un’archiviazione professionale, rendendola disponibile al più vasto pubblico possibile. Inoltre, è sempre stato di primario interesse per gli eredi di Abbado mantenere artisticamente vivo il fondo.

About Emanuele Bompadre 8294 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.