10 dicembre 2016

Roma – Sesso in cambio di cibo, la prostituta al telefono accetta il “pagamento”

A Roma ci sono prostitute che accettano di fare sesso in cambio di un cibo. Lo dimostra la telefonata effettuata da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, conduttori del format ECG Regione, su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’università degli studi Niccolò Cusano (www.unicusano.it) .
Arduini e Di Ciancio hanno chiamato una prostituta che pubblicizza su internet la sua attività: “Vuoi venire a trovarmi? Sono in zona Tiburtina-Casal Bruciato”, ha detto la donna. Che poi ha fatto il prezzo: “Per mezzora prendo 50 euro, per un’ora ne voglio 100”.

Davanti alla proposta di ricevere del cibo in cambio di sesso, prima ha titubato: “Ma se al posto dei soldi ti portassi da mangiare, che ne so, un agnello, potremmo stare insieme comunque?”, ha chiesto uno dei due giornalisti. La ragazza ha risposto: “E dove lo trovi un agnello? Va bene, basta che è fresco. Portamelo vivo, così sto tranquilla”.  

La donna, quindi, accetta di fare sesso in cambio di cibo. Ma davanti all’idea di macellarsi da sola l’agnello, chiede al cliente di portarglielo già pronto per essere cucinato: “Portamelo già pronto per essere cucinato, mi fa impressione macellarlo da sola. Fai te, mi devo fidare. Per l’agnello stiamo insieme mezzora, però lo voglio bello cicciotto. Chiamami mezzora prima di venire”.

AUDIO http://www.radiocusanocampus.it/podcast/?prog=1517&dl=7141

Fonte: Radio Cusano Campus