6 dicembre 2016

Hacking Team è tornato, il nuovo impianto, progettato per colpire dispositivi OS X

Dopo la fuga di notizie che nel 2015 aveva colpito Hacking Team, l’azienda informatica che vende spyware “legali” ai governi e alle forze dell’ordine di decine di Paesi in tutto il mondo, il suo CEO aveva promesso che sarebbero tornati con tool ancora più potenti. E così è stato. Sono infatti stati scoperti in-the-wild una nuova Backdoor e un Dropper usati da Hacking Team, subito analizzati da Kaspersky Lab.

Il nuovo impianto, progettato per colpire dispositivi OS X, è in grado di:

  • effettuare screenshot
  • rubare informazioni dalle applicazioni, dalle voci della rubrica, dagli eventi del calendario e dalle chiamate
  • spiare la vittima abilitando la fotocamera e il microfono, osservando le chat e rubando informazioni dagli appunti
  • leggere email, SMS e MMS
  • geolocalizzare il dispositivo
  • sincronizzarsi o trasferire i dati rubati ai server Linode, localizzati nel Regno Unito