3 dicembre 2016

Cerveteri – Pascucci: “Vergognoso quello che è successo in consiglio, mi è stato impedito di informare i cittadini”

Quello che è successo ieri sera in Consiglio Comunale è vergognoso. In tanti anni nessun Presidente del Consiglio Comunale aveva mai osato tanto. Salvatore Orsomando, approfittando della sua posizione di Presidente del Consiglio, ha compiuto un atto antidemocratico che ha sottratto ai cittadini il diritto di essere informati su temi che riguardano Cerveteri.

Ma partiamo dall’inizio. Il giorno 27/01/2016 ho ricevuto un’interrogazione a firma del Presidente Salvatore Orsomando e del Consigliere Aldo De Angelis nella quale mi chiedevano di essere informati sulle indagini in corso sulla mia persona in quanto Sindaco del Comune di Cerveteri. Un’interrogazione infarcita di insinuazioni, e persino di esplicite accuse, riguardanti il fatto che il Sindaco sia poco trasparente o che nasconda alla cittadinanza fatti importanti come le indagini in corso. Niente di più falso. I contenuti di tutte le quattro indagini e i relativi capi di accusa sono stati puntualmente comunicati non soltanto nell’Aula Consiliare (dove, di certo, tanto Orsomando quanto De Angelis ne avevano già potuto prendere congnizione), ma anche nel corso degli incontri pubblici con i cittadini e persino sui social media. Il motivo per il quale i due Consiglieri facciano un’interrogazione per richiedere notizie già note è oscuro (forse per strumentalizzare politicamente la questione? Non sta a me dirlo). Ho comunque predisposto, come è giusto che sia, una risposta scritta molto puntuale e dettagliata, riportando per altro cose già dette. Una risposta, come hanno dichiarato in Aula gli stessi interroganti, esauriente.

Ma, proprio per la trasparenza che da sempre contraddistingue me e la mia Amministrazione, avevo già da giorni annunciato pubblicamente che avrei ragguagliato l’Aula e i cittadini nel corso del Consiglio. E invece, non appena ho iniziato a parlare dell’argomento sono stato continuamente interrotto dal Presidente del Consiglio con la vergognosa scusa che non potevo rispondere all’interrogazione in quanto avevo già risposto per iscritto. Premesso che è completamente assurdo che si impedisca al Sindaco di relazionare in Aula sui temi che riguardano un’interrogazione fatta dai Consiglieri comunali; è completamente inaccettabile e antidemocratico che si sottragga ai cittadini il diritto di essere informati. Come se stessimo parlando di cose che riguardano un’altra città. Deve essere chiaro, infatti (ma per chi ha seguito il Consiglio era assolutamente chiaro sin dall’inizio) che la mia intenzione non era per niente quella di rispondere nuovamente a Orsomando e De Angelis, bensì alla Città.

Quando, dopo le continue interruzioni, finalmente mi è stato consentito di iniziare la spiegazione, arrivato neppure a metà dell’intervento, mentre stavo per fornire degli aggiornamenti importanti sulle indagini in corso (informazioni non contenute nella risposta scritta perché giunte solamente negli ultimi giorni) mi è stata tolta la parola e non mi è stato consentito di concludere.

Il Presidente si è appellato al Regolamento, sottolineando che avevo parlato troppo rispetto ai tempi previsti. Eppure la maggior parte del tempo era stata dedicata alle comunicazioni di rito, come avviene in tutte le sedute. Va fatto notare, che il Presidente ha la piena facoltà di consentire interventi più lunghi di quanto stabilito dal Regolamento, soprattutto quando si parla di temi di pubblico interesse. E credo che questo argomento lo sia molto più di altri. Questo è sempre accaduto, in tutti i Consigli Comunali della storia della nostra città. Senza nessuna eccezione. È la prima volta che avviene un gesto così violento e così forte.

Ma la cosa peggiore è che questo avvenga su un tema delicato come le indagini che riguardano il Sindaco. Così come è vergognoso che lo stesso Presidente prima interroghi il Sindaco sulle indagini a suo carico, lamentando che i cittadini non sono stati informati, ma quando poi il Sindaco prova a spiegare gli impedisca di parlare. È oramai chiaro da tempo, Salvatore Orsomando non ha il profilo per svolgere in modo super partes il ruolo di Presidente del Consiglio Comunale.

About Ruggero Terlizzi 2863 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it