4 dicembre 2016

V Municipio – Santori-Figliomeni, FDI: “Transfughi dimostrano che Marchini o PD è la stessa cosa”

“L’abbandono del gruppo Pd da parte di tre consiglieri municipali nel Municipio V non è soltanto il simbolo di un Partito Democratico in crisi, ma un elemento che assume rilievo nel valutare il candidato Marchini. Non è un caso che i transfughi della sinistra si avvicinino al candidato di Alfano e dell’ex Ncd. Oltretutto ciò conferma quanto da tempo affermiamo, ossia che Alfio Marchini non può in nulla essere annoverato quale candidato sindaco del centrodestra. Questo molti esponenti del PD lo sanno da tempo e non è un caso che si avvicinino al candidato costruttore proprio in conseguenza del rifiuto del centrodestra di sostenerlo”, così in una nota congiunta Fabrizio Santori e Francesco Figliomeni, rispettivamente consigliere regionale del Lazio ed esponente di Fratelli d’Italia

“Quanto sta avvenendo in queste ore non è quindi un semplice fenomeno locale ma fa parte di quella logica del partito della Nazione per cui, oggi, stare con Marchini o con il Pd è assolutamente identico, entrambi espressione di questo governo. Che vinca l’uno o l’altro non fa differenza per Renzi, perché ad esserne rafforzato sarebbe proprio il suo Esecutivo. Senza dimenticare che durante l’era dell’ex sindaco Marino molti esponenti di Marchini nei municipi hanno sostenuto la maggioranza di centrosinistra e in alcuni casi sono stati nominati anche assessori. Ecco perché oggi il centrodestra che veramente si oppone al governo Renzi non potrebbe in nessun modo sostenere Marchini”.

“Aderire alla lista Marchini per tentare di rivestirsi di una nuova verginità non trarrà in inganno i cittadini che sapranno scegliere tra il vero rinnovamento e l’ambiguo costruttore rosso Marchini che, fermo restando i chiarimenti che dovrà fornire sulle operazioni milionarie sospette, ha finanziato l’Unità e la fondazione di D’Alema ed ha tentato di partecipare alle primarie del PD firmandone il relativo manifesto dei valori. E a poco serve che qualche giorno fa abbia partecipato anche alle primarie di Matteo Salvini”, conclude la nota