10 dicembre 2016

Mondiale FIA World Endurance Championship – Rigon “Sebring pista favolosa. Pronti per la 12 Ore”

Davide Rigon è tornato al volante della Ferrari 488 GTE del Team Risi Competizione prendendo parte alla due giorni di test collettivi sulla pista di Sebring, in preparazione della 12 Ore in programma dal 19 al 21 marzo e valida per il secondo round dell’IMSA Sportscar Championship

A poco meno di cinquanta giorni dalla 6 Ore di Silverstone che inaugurerà la terza stagione nel Mondiale FIA World Endurance Championship 2016 con la compagine di Amato Ferrari, e dopo la 24 Ore di Daytona il pilota della Ferrari è stato confermato anche al fianco di Giancarlo Fisichella e Toni Vilander sulla Ferrari numero 62 protagonista nella serie americana. Il test collettivo è stata l’occasione per Davide di familiarizzare coi sei km del Sebring International Raceway, caratterizzato da 17 curve, alcune molto lente e altre molto veloci, intervallate da lunghi rettilinei, entrando anche nell’aeroporto Hendricks Field.

La pista è veramente fantastica. Vecchio stile, con una carreggiata molto stretta dove ogni minimo errore viene pagato pesantemente e richiede una grandissima concentrazione. come in un circuito cittadino classico con moltissimi bump. Il test è andato bene. Abbiamo chiuso col secondo miglior crono nonostante i problemi di velocità legati al Balance of Performance, imposto dal regolamento che penalizza la nostra Ferrari. Con Toni abbiamo girato molto lavorando sui diversi set-up della vettura per migliorarne la guidabilità e la stabilità. Siamo solamente alla seconda uscita con questa nuova macchina e dobbiamo imparare a conoscerla poco per volta. Sono contento che il team Risi mi abbia voluto nuovamente con loro. Insieme stiamo lavorando bene e siamo pronti per la gara, dove si aspettano temperature più alte” analizza Davide Rigon, di ritorno dalla Florida

 

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5993 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.