8 dicembre 2016

Cerveteri -Il Sindaco Pascucci: “I Comuni chiamati in causa dallo Stato solo quando c’è da imporre nuove tasse”

“Il Comune di Cerveteri conta solamente su 113 dipendenti, quando invece gliene spettano 329. Ecco le condizioni nelle quali lavoriamo, con appena il 40% delle risorse umane stabilite dalla Legge. I nostri uffici uno sforzo enorme, ogni giorno, per garantire quei servizi che i cittadini giustamente si aspettano dopo aver pagato le tasse”.
Lo ha detto Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri, che martedì mattina è stato ricevuto dal Prefetto di Roma Franco Gabrielli insieme al Sindaco di Ladispoli Crescenzo Paliotta e in rappresentanza anche dei Sindaci di Anguillara Sabazia Francesco Pizzorno e Santa Marinella Roberto Bacheca. Al centro dell’incontro la situazione, non più sostenibile, della grave carenza di organico all’interno dei Comuni del territorio.
“La Legge italiana – ha spiegato Alessio Pascucci – stabilisce un rapporto di 1 a 133 tra il numero di abitanti di una città e il numero dei dipendenti pubblici comunali. Per Cerveteri, così come per altri Comuni vicini al nostro, questo parametro non è rispettato neanche alla lontana: abbiamo meno della metà dei dipendenti previsti. Senza contare il furto di 6,3 milioni di euro, ripeto: sei milioni e trecentomila euro, di soldi versati dai cittadini di Cerveteri che vanno ad alimentare il Fondo di Solidarietà Comunale, diventando quindi servizi non nella nostra città, ma altrove”.
“Il Comune è un’istituzione di frontiera – ha detto il Sindaco – a disposizione dei cittadini tutti i giorni per dare servizi irrinunciabili. Da noi si rivolgono le famiglie, le imprese, le associazioni, cittadini di ogni età e condizione economica. Persone che, spesso, si trovano a chiedere un aiuto alle Istituzioni. Eppure sembra che lo Stato questo l’abbia dimenticato da tempo. I Comuni sono abbandonati a sé stessi, chiamati in causa solo quando c’è da imporre nuove tasse. Negli uffici comunali, intanto, i dipendenti sono oberati dai carichi di lavoro e da una gestione che non sempre rispecchia il massimo dell’efficienza, perché nel corso degli anni si è preferito tagliare piuttosto che riorganizzare. Se vogliamo continuare a garantire i servizi ai cittadini, e farlo con efficienza, allora lo Stato ci deve quanto meno garantire il personale a cui avremmo diritto”.
“Abbiamo fatto presente questa situazione insostenibile al Prefetto Gabrielli – ha proseguito Pascucci – che immediatamente ci ha dato la propria disponibilità a facilitare un incontro presso il Ministero delle Finanze insieme agli altri Sindaci del territorio. Ma la nostra non è una lamentela fine a sé stessa, è un grido di aiuto che facciamo insieme a tutti i cittadini del territorio. Un territorio che è in costante crescita demografica, mentre invece allo Stato sembriamo forse essere fermi a 20 anni fa”.

About Ruggero Terlizzi 2878 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it