11 dicembre 2016

Ladispoli e Cerveteri – I Sindaci al Prefetto: “Non si possono amministrare Città di 40mila abitanti con 100 dipendenti”

“Abbiamo ribadito al Prefetto come fare i sindaci in questo momento sia praticamente impossibile perché con le risorse che lo Stato mette a nostra disposizione non riusciamo a dare le risposte che la città ci chiede”. Questo il primo commento del sindaco Crescenzo Paliotta all’indomani dell’incontro avuto con il prefetto Franco Gabrielli a cui ha preso parte il primo cittadino di Cerveteri Alessio Pascucci.

“In rappresentanza anche dei sindaci di Santa Marinella e Anguillara Sabazia – ha proseguito Paliotta – abbiamo sottolineato le difficoltà che siamo costretti ad affrontare giornalmente per garantire i servizi essenziali. Siamo stati eletti dai cittadini per risolvere i loro problemi e non ci vogliamo tirare indietro di fronte alle nostre responsabilità ma sta diventando praticamente impossibile assolvere al nostro mandato. In questi ultimi venti anni la popolazione del nostro Comune, come del resto a Cerveteri, è passata dai 20.000 abitanti agli oltre 40.000. A fronte di questo fortissimo incremento demografico ed alla conseguente richiesta di aumenti di servizi, lo Stato ci risponde con una costante diminuzione delle risorse sottraendoci, tra l’altro, più della metà dei versamenti per l’IMU sulla seconda casa. Le somme trattenute dallo Stato vanno ad alimentare il Fondo di solidarietà comunale, Fondo che serve a coprire le spese storiche di altri Comuni, alcuni dei quali hanno, invece, diminuito nel tempo gli abitanti contrariamente a quanto avvenuto nei nostri Comuni. Di fatto a noi viene lasciata una somma pro-capite per residente molto inferiore a quella erogata ad altri Comuni. Nel frattempo ai Comuni vengono attribuite nuove funzioni di Governo, obbligatorie tra l’altro, e noi ci troviamo con il personale comunale che è meno della metà di quello previsto. In base alla media dei dipendenti degli Enti Locali italiani (7 ogni 1.000 abitanti) il Comune di Ladispoli dovrebbe avere 280 dipendenti. In realtà ne ha 103 effettivi con evidenti e drammatiche carenze in tutti i settori, anche in quelli fondamentali come l’Anagrafe, i Servizi Sociali e la Polizia locale. Perché, quindi, i soldi pagati dai nostri cittadini, che dovrebbero servire per garantire servizi migliori, devono essere trattenuti e versati ad altri Comuni?”.

“Il Prefetto Gabrielli – ha concluso Paliotta – ha recepito le nostre istanze e ci ha messo in contatto con il Ministero delle Finanze con il quale dovremmo avere un incontro la settimana prossima. Da parte nostra abbiamo già inviato, insieme ai comuni di Cerveteri, Santa Marinella e Anguillara, una lettera al sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze, Pier Paolo Baretta, al presidente del Consiglio, Matteo Renzo ed al presidente dell’Anci, Piero Fassin, nella quale illustriamo le nostre difficoltà e annunciamo la possibilità di rimettere il nostro mandato perché non possiamo più sentirci responsabili, di fronte ai nostri cittadini, di ulteriori tagli ai servizi essenziali”.

About Ruggero Terlizzi 2881 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it