8 dicembre 2016

Unioni Civili, Crippa, M5S: “Renzi scelga con chi stare. Con noi ci sarebbe la maggioranza per approvare la legge con la stepchild adoption”

Davide Crippa, capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

In merito al ddl sulle Unioni Civili. “Noi siamo sempre stati d’accordo a votare la legge Cirinnà –ha affermato Crippa-. Abbiamo detto no ad un canguro che prevedeva di saltare tutta una serie di emendamenti, impedendo un dibattito democratico in Parlamento. Grasso ha sancito che questo tipo di emendamenti vengono utilizzati per superare un ostruzionismo che in questo caso non c’è e quindi li ha dichiarati inammissibili. Sulle unioni civili ci siamo. I problemi sono tutti interni al pd e alla maggioranza. Se vai ad approvare le unioni civili con Alfano, che dice che sono da rivedere anche le norme sulle unioni gay, è chiaro che ottieni un accordo al ribasso. Renzi scelga con chi stare. Noi abbiamo sempre detto qual è la nostra idea, la libertà di coscienza l’abbiamo riferita solo all’articolo 5. Su tutto il resto siamo sempre stati d’accordo. Renzi ha provato ieri a girare la frittata sul M5S che non ha nessun tipo di colpa. Ora deve scegliere se andare verso Alfano, togliendo diritti civili, o andare verso un allargamento dei diritti civili. Noi abbiamo fatto questa votazione sul blog e non specificava l’articolo 5 sulla stepchild e quindi diamo una libertà di coscienza perché non abbiamo un orientamento dei cittadini. Ma ci sono più di 30 senatori disposti a votare anche la stepchild, quindi la maggioranza dei nostri senatori sarebbe favorevole. Ci sono 500 emendamenti, se vogliono votarli noi ci siamo anche in seduta fiume, sabato e domenica. Il problema è che il Pd deve far votare i suoi e ha paura che siano loro a non votare il ddl”.

Fonte: Radio Cusano Campus