10 dicembre 2016

Formia – Ponte di collegamento tra Piazza Vittoria e banchina Vespucci, pubblicato il bando europeo

E’ stato inviato ieri per la pubblicazione in Gazzetta Europea il bando per la progettazione esecutiva e realizzazione del ponte di collegamento pedonale tra Piazza Vittoria ed il porto di Formia. L’Avviso sarà pubblicato anche sulla Gazzetta Ufficiale Italiana, su quattro quotidiani di rilievo nazionale e, nei prossimi giorni, all’Albo Pretorio del Comune.

L’opera, totalmente finanziata dalla Regione Lazio per un importo complessivo di 2 milioni e 800 mila euro, completa il lotto di interventi che ha già portato alla realizzazione della rotatoria di Piazza Vittoria. Il ponte si svilupperà su una lunghezza di 158 metri con un dislivello di 11.35. Il tracciato prosegue il percorso urbano che parte dalla scalinata di Piazza Municipio e, costeggiando il multipiano delle Poste, raggiunge il piazzale Vespucci dopo aver toccato ad ovest la nuova rotatoria. La passeggiata stimola una percezione dinamica del paesaggio. Lo sguardo abbraccia l’intera linea del Golfo e, lato monte, i Criptoportici di Piazza Vittoria. Il percorso si chiude curvando su se stesso. L’arrivo del sovrappasso in corrispondenza della banchina Vespucci crea uno spazio utile che potrà essere utilizzato per attività turistiche o al servizio della stazione dei bus.

“Il ponte – spiega l’Assessore con delega ad Opere Pubbliche e Turismo Eleonora Zangrillo – sarà realizzato in cls prefabbricato e precompresso con pile ogni 24,50 metri. Il materiale sarà in cemento bianco con trattamento antiscritta per le parti più esposte. La larghezza, misurata tra un parapetto ed un altro, sarà di 2.40 metri. La pavimentazione sarà in legno di Teak, i parapetti in acciaio smaltato di bianco. Oltre a garantire il passaggio in sicurezza della litoranea, il ponte risolverà il problema dell’accessibilità dei disabili. Le rampe avranno una pendenza in linea con quanto previsto dalla legge. In sede di progettazione esecutiva verrà elaborato il cronoprogramma e il progetto della cantieristica con tutte le fasi previste dalle operazioni di messa in opera del manufatto. Si tratta di una soluzione importante per Formia che contribuirà a rendere più bello e vivibile l’intero centro città”.

“Il sovrappasso – prosegue il Sindaco Sandro Bartolomeo – mira a restituire a Formia il suo storico rapporto col mare, compromesso dalla costruzione della litoranea. Negli anni la Flacca ha assunto un rilievo interregionale, quotidianamente percorsa da intensi volumi di traffico, anche pesante. Un intralcio alle funzioni doganali e portuali ed una pericolosa barriera che limita le attività del centro cittadino, sempre più collegato all’area della banchina Vespucci dove insistono servizi importanti come il capolinea del bus e l’area parcheggio, senza contare il fatto che lì sorgerà il nuovo porto turistico e lì saranno trasferiti i collegamenti marittimi per le isole ponziane, oggi al Molo Azzurra. Ringrazio la Regione perché ha compreso la strategicità di questo investimento che contribuirà a stimolare la vocazione turistica della città. La stazione marittima, le navi da crociera, il futuro porto turistico. Questi flussi dovranno necessariamente coordinarsi con la stazione ferroviaria e con il nucleo commerciale della città. Non è pensabile che i turisti diretti al porto o alla stazione attraversino la Flacca con le valigie in mano. Il ponte non determinerà solo condizioni di maggiore sicurezza. Modificherà le stesse abitudini di vita dei formiani, creando a ridosso del porto un’area ricreativa di grande attrazione, affacciata sul mare e dotata di servizi. I fatti – conclude – contano più delle chiacchiere. E questo è un fatto di cui beneficerà l’intera città”.

About Giovanni Soldato 2969 Articoli
Giovanni Soldato, specialista della fotografia.... secondo lui, ottima penna sia in ambito sportivo ma soprattutto nell'ambito dei motori. Nato a Barberino del Mugello appena ha tempo mette le due ruote in pista. Collaboratore de Il Tabloid cura la provincia di Latina, le notizie nazionali e dall'estero.