3 dicembre 2016

Grottaferrata – Nasce il progetto SportivaMente-Abile rivolto ai ragazzi disabili

L’Amministrazione di Grottaferrata, con Deliberazione della Giunta comunale numero 172 del 30.12.2015, ha approvato il progetto Sportiva-Mente Abile, un percorso articolato di attività sportive completamente gratuite rivolte alle persone con disabilità o disagio sociale.

L’iniziativa, dalla durata complessiva di dieci mesi, arriva in un momento di particolare attenzione al tema a seguito degli avvenimenti che hanno interessato l’Istituto Villaggio Litta. L’attività, quindi, rappresenta anche l’occasione per ribadire la necessità di tutelare la salute e la dignità dei ragazzi con disabilità, attraverso programmi strutturati e nuovi strumenti messi a loro disposizione.

L’obiettivo è quello di promuovere il recupero funzionale e sociale, oltre a migliorare l’integrazione, coniugando lo sviluppo fisico e cognitivo. Numerosi saranno gli sport proposti: nuoto, calcetto, danza, ma anche equitazione, bowling e dragon boat. É stata inoltre introdotta una nuova esperienza chiamata “Sitting Volley”, pallavolo da praticare seduti che rappresenta un confronto sportivo alla pari tra atleti dalle diverse abilità, in modo da rafforzare tanto l’inclusione sportiva quanto i rapporti di amicizia. Proprio in vista di tale disciplina sono stati acquistati materiali che permetteranno di organizzare partite, in maniera continuativa, sia all’aperto che nelle palestre.

Le attività sportive si svolgeranno sia in strutture di Grottaferrata, come il Campo Sportivo comunale, il Palazzetto dello Sport, il Centro Sportivo “La Madonnella”, la Piscina e il campo di calcetto Hydrocampus, che quelle aderenti all’ATS “Polo Sportivo Integrato dei Castelli Romani”. Si potranno dunque praticare anche presso il Lago di Albano-Castel Gandolfo, Il CIV “Centro Ippico del Vivaro” di Rocca di Papa e in altri Circoli sportivi del Territorio.

Questo ampio progetto, promosso dall’Amministrazione comunale con il supporto di Onlus AGENDA, Associazione impegnata da tempo nelle attività di integrazione sociale rivolte a ragazzi con disabilità mentali, è seguito dagli Assessori Michela PALOZZI e Francesca Maria PASSINI.

«Ritengo che questa attività si rivolga, più di altre, proprio a tutti.» Ha commentato l’Assessore PALOZZI, aggiungendo: «Nel tempo sarà mia cura proporre l’inserimento di nuove attrezzature presso i nostri impianti sportivi, per migliorarne l’accesso a chi presenta problematiche psicomotorie. Ritengo importante, per un’iniziativa in crescita come questa, il coinvolgimento dei Comuni limitrofi, grazie ai quali sarà possibile estendere il progetto e aumentare la partecipazione di ragazzi e famiglie».

L’Assessore PASSINI, ha ritenuto doveroso ricordare l’importanza della Delibera: «Riuscire ad avvicinare i ragazzi ai loro partner normodotati, è indispensabile per quella cultura dell’Inclusione che è alla base di ogni Servizio Sociale. La possibilità di affrontare obiettivi a lungo termine, inoltre, si discosta da analoghe proposte che si svolgono “una tantum”, permettendo una crescita concreta ed un sostegno costante ai nuclei familiari disagiati».

Inoltre, uno speciale staff formato da Organizzatori, Istruttori e Psicologi effettuerà un monitoraggio durante tutta la durata degli eventi, valutando le modalità di intervento sui destinatari, le competenze del personale coinvolto e la conformità tra le risorse materiali e finanziarie predisposte.

Le manifestazioni finali saranno accompagnate dalle premiazioni di ogni singolo atleta, attraverso momenti di aggregazione sociale. Un’attività che risulta quindi continuativa e che permetterà, ai ragazzi che ne vorranno beneficiare, la possibilità di effettuare più di uno sport differente fino al prossimo anno.

Lo scorso 28 gennaio, presso l’Aula Consiliare del palazzo comunale, si è tenuto un importante incontro con le famiglie dei ragazzi, al quale hanno partecipato il professore Biagio BORTUNE, Presidente dell’Associazione Onlus AGENDA, la psicologa Manuela DELLERMA e gli Assessori. In questa occasione sono state illustrate le modalità per formulare le domande di adesione.

SportivaMente-Abile è a tutti gli effetti un format modellabile e che può rappresentare un esempio di intervento amministrativo esportabile al di fuori del territorio stesso di Grottaferrata.