4 dicembre 2016

Fiumicino – Comune Autonomia Libertà :”Anche noi siamo contenti del nuovo ponte Magliana-Eur”

Anche noi siamo contenti che venga costruito il ponte della Magliana-Eur. Mettera’ fine, ci si augura, a tanti anni di disagi pesantissimi, di cui non abbiamo piu’  nemmeno voglia di parlare. Cecita’ vecchia della Politica romana e nazionale, visto cosa rappresenta Roma nel nostro Paese.

Insufficiente e inadatta progettazione professionale  che porto’ ad accettare, si deve arguire, che sul ponte della Magliana, i cui lavori iniziarono nel 1930, ma, a causa della guerra, furono ultimati nel 1948, confluissero  strade stracolme di automobili di ogni tipo e dimensioni, private e pubbliche su Roma e dintorni, negli anni, si sono esercitate personalità’ politiche di peso  e capaci professionisti, con un’identica passione: mai pianificare, mai fare previsioni di ampio respiro ,ma rispondere alla soluzione di un solo problema per volta, con tempi legati alle opportunità’ politiche!

Poi chi vivrà’ vedrà’. Siamo unici anche per questo. Il riferimento alla prossima realizzazione di questo ponte,progettato su due livelli,non e’ solo perché’  con questa realizzazione si mette fine, ce lo si augura veramente, ad uno strazio subito da cittadini  imprese  visitatori per cosi’ tanti lunghi anni; ma anche perché lo stesso problema ci riguarda direttamente: parliamo del Ponte della Scafa. Per tanti anni e’ stato chiesto l’ampliamento del ponte esistente, ma senza risultati, se non un progetto faraonico, che avrebbe veramente un impatto  devastante su quella parte di territorio. Noi vorremmo  che i soprintendenti  archeologici  siano vicini alla collettività’  e aiutino l’Amministrazione e i Cittadini,quindi, a progettare un modesto ampliamento, senza che venga compromessa alcuna traccia del  nostro patrimonio archeologico. Ci sara’ pure qualcuno che ricordi il ponte di barche  predisposto nel 1974-75 proprio per rinforzare il Ponte della Scafa!

C’e’ ancora la strada asfaltata  che portava al ponte di barche e che oggi conduce ai cantieri  o alle barche ivi ormeggiate. Saremo attentissimi.sotto l’attenta sorveglianza  dei tecnici archeologici,a porre i pilastri necessari  al modesto ampliamento. L’ampliamento servirebbe anche ad evitare  opere faraoniche costosissime ! L’ampliamento del Ponte della Scafa  e’ una necessita’ per la comunità’ di Fiumicino e per l’aeroporto L. da Vinci ma bisogna rendersi conto veramente e seriamente  che il problema della messa in sicurezza  della popolazione e lo sviluppo economico di tutto il settore Ovest di Roma, si realizza  con la costruzione di almeno altri  2 ponti. L’argomento e’ troppo importante per essere solo accennato qui. E’ stato protocollato presso il comune di Fiumicino la richiesta  di convocazione di una GRANDE  CONVENTION. Ci si augura che possa realizzarsi prima delle elezioni comunali a Roma, in  modo che i nuovi amministratori possano sapere cosa dovranno fare  per creare Sicurezza  e Sviluppo.

Domenico Perna Ruggiero
Presidente Comune Autonomia Libertà

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.