8 dicembre 2016

Roma – Domenica scorsa la prima dell’Opera “Dialogo per trombone e pianoforte” di Davide Summaria

Nel pomeriggio di domenica 14 febbraio, in occasione dei concerti mensili organizzati nella sala da concerto della sede del Cenacolo musicale del compositore e direttore d’orchestra Davide Summaria, in Roma, si è tenuta la prima esecuzione assoluta dell’opera Dialogo per trombone e pianoforte scritta dallo stesso compositore. Ad eseguirla due giovani interpreti: Aldo Caterina al trombone e Federico Clementi al pianoforte. Le intense sonorità del trombone affiancate all’estrosità tecnica del pianoforte hanno esaltato le linee melodiche e armoniche del brano del compositore d’origine calabrese, già docente presso il Conservatorio di musica Santa Cecilia di Roma, che vanta una folta produzione artistica dedicata in modo particolare alla ricerca di nuove sonorità e potenzialità di strumenti musicali normalmente poco impiegati nell’uso solistico classico. Il compositore si è complimentato a lungo con i due giovani esecutori per l’esecuzione e l’interpretazione della sua opera Dialogo la quale esalta, in modo particolare, la cantabilità e la duttilità del trombone e del suo caldo e pastoso suono attraverso l’evocazione di antiche melodie del Meridione d’Italia.

All’interno della serata l’inusuale formazione musicale ha eseguito anche musiche di Rachmaninov, Bernstein, Ligeti, Casella e Dautremer ricevendo larghi apprezzamenti e consensi da parte del qualificato pubblico presente.

Davide Summaria ha dedicato la suddetta composizione al trombonista Aldo Caterina.