4 dicembre 2016

Prenestina – Costringono una donna a fermarsi lanciandosi sulla sua auto

 

È accaduto nella notte su via Prenestina. A finire in manette due cittadini albanesi, arrestati dagli agenti del Reparto Volanti.

Ad attrarre l’attenzione dei poliziotti impegnati nei consueti controlli notturni è stata una autovettura ferma su via Prenestina, con il parabrezza anteriore infranto e gli sportelli aperti che, alla vista della pattuglia, ha ripreso repentinamente la marcia.

A bordo, tre persone, due uomini ed una donna al posto di guida.

Gli agenti della Polizia di Stato hanno deciso di vederci chiaro ed hanno fermato l’auto.

I due uomini, appena scesi, sono apparsi subito particolarmente insofferenti al controllo e, cercando di non farsi scorgere, hanno gettato in un cespuglio un telefono cellulare.

A chiarire quanto accaduto poco prima è stata la donna che, in stato di shock, ha riferito agli agenti di essere stata appena rapinata dai due, saliti a bordo dell’auto dopo averla costretta a fermarsi ponendosi davanti alla vettura mentre uno dei due saltava addirittura sul cofano infrangendo il parabrezza, probabilmente con lo scopo di simulare un investimento.

Poi, sotto la minaccia di un coltello, si erano fatti consegnare il telefono cellulare, il medesimo gettato in terra al momento del fermo e recuperato dagli agenti, costringendo la donna a rimanere alla guida dell’auto.

Condotti in commissariato, M.J., 24 anni e M.A., di 21, albanesi, sono stati arrestati per rispondere di rapina aggravata in concorso. M.J., inoltre, è risultato essere colpito da divieto di dimora nella Capitale.

About Samantha Lombardi 4007 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it