10 dicembre 2016

Colonna – Arrestato pirata della strada per resistenza e lesioni

I Carabinieri della Stazione di Colonna hanno arrestato un 44enne romano, che abita a Tor Bella Monaca, di professione macellaio, con alcuni precedenti di polizia, che ad un posto di controllo su via Prenestina ha prima invertito la marcia e ad un secondo passaggio ha finto di fermarsi e poi è scappato..

I Carabinieri stavano effettuando un posto di controllo davanti al Capolinea della metro C, in località Pantano, quando hanno notato sopraggiungere un’utilitaria il cui conducente, verosimilmente allo scopo di evitare il controllo, alcune decine di metri prima del dispositivo, ha bruscamente invertito la marcia, allontanandosi in direzione Roma, consentendo comunque ai militari di rilevare la targa parziale. Dopo poco, i Carabinieri hanno notato la medesima autovettura che ritornava nella direzione opposta e pertanto hanno intimato l’alt per controllarla. Il conducente del veicolo, dopo aver rallentato simulando di ottemperare all’ordine, improvvisamente ha accelerato tentando di investire il militare selettore che, per evitare l’impatto si è dovuto buttava a terra, dandosi alla fuga.

I Carabinieri si ponevano rapidamente all’inseguimento dell’autovettura il cui conducente, benché più volte raggiunto, affiancato e ricevuto l’ordine di fermarsi, tentava, con repentine manovre, di speronare l’autovettura militare che solo grazie all’abilità del Carabiniere conducente non rimaneva danneggiata, evitando peggiori conseguenze, considerato che nel frattempo circolavano anche altri veicoli. Dopo lungo inseguimento, giunto in via Prenestina Nuova il conducente veniva costretto verso una zona isolata dove è stato definitivamente bloccato contro il marciapiedi. L’uomo non si è arreso e ha tentato ancora di fuggire a piedi, venendo definitivamente bloccato da entrambi i Carabinieri.

Il motivo per cui scappava è da ricondurre al fatto che guidava sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Arrestato, è stato condotto in tribunale per essere giudicato con rito direttissimo.