Civitavecchia – Giornata Mondiale del Malato, Quintavalle: “Riflettiamo che potremmo essere noi il malato che incontriamo”

“Se solo si riflettesse ogni tanto sul fatto che potremmo essere noi la persona malata che incontriamo, cambierebbe e di molto la nostra disponibilità ad aiutarla”

Questo il pensiero che il Direttore Generale della ASL ROMA 4, Giuseppe Quintavalle, ha voluto proporre ai circa 1700 operatori che svolgono il loro lavoro per l’Azienda Sanitaria in occasione della Giornata Mondiale del Malato.

“Spesso presi dalla quotidianità – ha continuato il Manager – siamo purtroppo portati ad una sorta di assuefazione alla vista del dolore, alla frequentazione del dolore, quasi fosse un elemento ordinario dell’esistenza, e l’approccio alla persona malata diviene ordinario, automatico, privo di coinvolgimento emotivo. Ma se questo per alcuni aspetti deve essere considerato funzionale e finanche necessario per chi ha la responsabilità di decidere approcci terapeutici e strategie di cura, per altri versi rappresenta un vero e proprio limite alla ‘comprensione’, intesa come atto e come capacità di capire, cioè di “afferrare” con la ragione un contenuto conoscitivo.”

“La persona malata, – ha concluso il dott. Quintavalle – la persona che vive in quel momento uno stato di profondo disagio psichico prima ancora che fisico, la persona che in quel frangente ha bisogno dell’altro, che si aspetta un supporto dall’altro, ecco quello è l’universo a cui dobbiamo sempre riferirci: quella persona potremmo essere noi. Da questa prospettiva l’intero paradigma cambia e diventa cogente. La Giornata Mondiale del Malato, al di la della retorica e delle frasi fatte, credo debba servire a questo: a farci riflettere e considerare la nostra ‘normalità’ come parametro non univoco, ma temporalmente soggettivo. Solo cosi diventerà altrettanto normale agire con empatia e comprensione.”

I video del giorno

Informazioni su Ruggero Terlizzi 3234 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it