4 dicembre 2016

Prof. Magdud: “”Fra una settimana la Libia avrà un governo. Buone possibilità di sconfiggere Daesh con supporto militare internazionale”

Il Prof. Ibrahim Magdud, direttore dell’Accademia libica in Italia, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Il mondo è piccolo”, condotta da Fabio Stefanelli, su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it) .

Prof. Magdud: “”Fra una settimana la Libia avrà un governo. Buone possibilità di sconfiggere Daesh con supporto militare internazionale”“Il generale Haftar –ha spiegato Magdud- insiste per avere un ruolo nella formazione del nuovo governo. Chiede il Ministero della Difesa o un ruolo alto come quello di capo dello Stato Maggiore. Comunque credo che la questione da risolvere non sia legata più ad Haftar, che è escluso del tutto. Il nodo è legato ai due incarichi ministeriali dell’Interno e della Difesa, su cui c’è disaccordo tra le parti. Entro la prossima settimana sicuramente si risolverà la questione, ci si metterà d’accordo su un nome oppure il Presidente del Consiglio Sarraj assumerà l’incarico di Ministro della Difesa finchè non si troverà un’intesa. Ci sono delle milizie che si oppongono perché non sono d’accordo con le ultime trattative tra le varie forze politiche, ma sicuramente si formerà una zona verde dove si insedierà il governo, con l’aiuto delle forze dell’Onu o della coalizione internazionale. Ci sono forze come i Fratelli musulmani che vogliono maggiore potere, ma il governo ha incluso e accontentato regioni e tribù e la popolazione è molto contenta di vedere il nuovo governo”.

“L’Italia ha bisogno del sostegno dell’Ue per controllare i flussi migratori ed evitare che sbarchino terroristi –ha affermato Magdud-. Una volta insediato il governo libico ci sono buone possibilità di sconfiggere Daesh perché, a differenza di Siria e Iraq, in Libia i gruppi terroristi sono circoscritti in una zona  e non hanno un sostegno popolare nelle città. Sarà importante che l’Onu tolga l’embargo delle armi all’esercito e alla polizia libici e che la Comunità internazionale dia supporto militare strategico per combattere Daesh”.

Fonte: Radio Cusano Campus