8 dicembre 2016

Roma – Droga, munizioni, soldi, passamontagna e due auto, quattro arresti in una vasta operazione dei carabinieri

Al termine di un’articolata attività, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trionfale hanno arrestato 3 persone per i reati di traffico illecito di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di armi da fuoco e riciclaggio di autovettura. Una quarta persona è stata fermata successivamente per tentato omicidio.

Si tratta di tre cittadini albanesi e di un cittadino italiano, tutti già noti alle forze dell’ordine.

L’intera operazione è partita dopo l’avvistamento di una BMW X5 di colore bianco, notata dai Carabinieri mentre si aggirava nel territorio di Roma Nord con a bordo una persona sospetta. Gli accertamenti svolti sulla targa hanno permesso di appurare che l’auto, in uso a persone di nazionalità albanese, era stata colpita da un decreto di sequestro, emesso dal Pubblico Ministero della Procura della repubblica di Roma Dott. Auriemma nell’ambito di un’indagine per l’esplosione di colpi d’arma da fuoco contro il gestore di una nota sala giochi romana, avvenuti lo scorso novembre. Raccolti i gravi indizi, sono stati intensificati i servizi in abiti civili nel territorio capitolino al fine di rintracciare nuovamente l’autovettura incriminata, che dopo pochi giorni è stata finalmente avvistata sulla via Tiberina.

Una serie di pedinamenti e di discrete osservazioni hanno poi permesso ai Carabinieri di capire che la macchina si dirigeva spesso nei pressi di un’abitazione situata nell’area rurale del comune di Castelnuovo di Porto. Poco dopo è scattato il blitz: tre persone sono state soprese mentre sotterravano nella campagna limitrofa un pacco. La successiva perquisizione ha permesso di rinvenire quasi 9 kg di marijuana, una pistola cal. 22 con munizioni inserite e pronta all’uso, altre cartucce cal. 38 special, kit per la pulizia delle armi, passamontagna e guanti vari. Nel giardino dell’abitazione è stata rinvenuta anche una Mercedes GLK completamente smontata a pezzi, per cui sono in corso gli accertamenti per risalire al proprietario. La BMW X5 bianca è stata sequestrata e le tre persone sorprese con le mani nel sacco sono state tradotte alla Casa Circondariale di Rebibbia. I successivi accertamenti hanno permesso di risalire all’autore dell’esplosione dei colpi d’arma da fuoco dello scorso novembre. Si tratta di un cittadino albanese che, sentendosi braccato, stava pianificando la fuga in Albania. Rintracciato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagna Roma Trionfale pochi giorni dopo in un’abitazione in zona Prima Porta, è stato sottoposto fermo di indiziato di delitto con l’accusa di tentato omicidio. Con se aveva la seconda chiave della BMW X5 bianca, documenti intestati a persone inesistenti che gli avrebbero permesso probabilmente un più sicuro attraversamento della dogana, oltre ad una cospicua disponibilità di denaro e di una Mercedes Classe C, con targa albanese, non corrispondente al numero di telaio. Il tutto è stato sequestrato e il fermato è stato associato alla casa circondariale di Regina Coeli.

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.