8 dicembre 2016

Guidonia – Cerroni: “Non esite un governo Rubeis senza il sindaco Rubeis”

 

Nel maggio 2014 ci presentammo agli elettori come alternativa civica alle varie forze presenti in campo e al ballottaggio sottoscrivemmo con il Sindaco Rubeis un patto di buon governo su una piattaforma programmatica ben precisa. Gli eventi che si sono succeduti dal mese di luglio ad oggi e che hanno impedito al Sindaco democraticamente eletto di svolgere il suo mandato ci hanno profondamente colpito.

Noi di Guidonia Domani siamo certi che il Sindaco Rubeis saprà provare nel corso del dibattimento la propria innocenza per i fatti contestatigli e siamo convinti che l’amico Eligio sia persona per bene. In questi mesi abbiamo sostenuto l’azione amministrativa dando un contributo importante al superamento delle divisioni e al raggiungimento di una sintesi auspicata, nella speranza che la vicenda giudiziaria si esaurisse rapidamente. Così purtroppo non è stato! Assistiamo ad uno scenario politico amministrativo alquanto differente e riteniamo che questa esperienza amministrativa non possa continuare oltre in assenza del Sindaco e non siamo disponibili a sostenere un’amministrazione Rubeis senza Eligio Rubeis. Diversamente si tratterebbe di un autentico ribaltone che mortificherebbe le scelte democratiche. Abbiamo troppo a cuore la democrazia ed i principi a cui si ispira per accettarlo! Le ultime vicende amministrative prive di collegialità ci avevano determinato, non senza amarezza, a sostenere dall’esterno questo esecutivo fino al ritorno nelle funzioni del Sindaco Rubeis.

Questo ritorno ci appare oggi più lontano e non siamo disponibili in alcun modo a sostenere governi alternativi. Dal lontano 20 luglio lo stesso esecutivo è profondamente mutato. Dei sette assessori di nomina Rubeis, ad oggi almeno tre non sono più parte dell’esecutivo e, chiaramente, un assenso ad andare avanti oltre da parte di questa Maggioranza, in cui lo stesso partito di maggioranza relativa è in pieno stato confusionale, significherebbe avallare e legittimare, di fatto, una nuova giunta e un nuovo Sindaco senza il necessario ed opportuno passaggio elettorale. Riteniamo che le forze politiche della Maggioranza e del Consiglio tutto abbiano l’onere di riportare i cittadini ad esprimersi avviando la Città a nuove elezioni al fine di evitare un lungo commissariamento e la stagnazione amministrativa.

Se così non fosse, non avendo i numeri per determinare tale scenario, ci sentiamo liberi da qualsivoglia vincolo di maggioranza e valuteremo il nuovo governo Di Palma sulle scelte puntuali con il pregiudizio democratico desunto dalle modalità con cui tale nuovo governo è nato. Solo oggi, davanti ad un’amministrazione confusa, e decisamente poco efficace, ci si può rendere conto dell’immane lavoro di sintesi e di concretezza amministrativa che sapeva svolgere il Sindaco Rubeis. Lo stesso è e continuerà ad essere per Guidonia Domani un interlocutore fondamentale ed imprescindibile, ma da subito cominceremo a lavorare per determinare le condizioni che portino a nuove elezioni.

Presidente del Consiglio comunale
Aldo Cerroni