9 dicembre 2016

Calcio – Promozione, Real Colosseum, Papili pensa alla Coppa: “Giochiamo senza troppi calcoli”

Continua a vele spiegate la marcia del Real Colosseum “targato David Centioni”. La squadra capitolina ha conquistato la sua terza vittoria consecutiva sotto la gestione del neo allenatore sbancando il non semplice campo della Lupa Frascati con un pirotecnico 4-2 che l’esterno difensivo classe 1997 Alessio Papili commenta così. «Abbiamo giocato davvero un ottimo primo tempo riuscendo ad andare sul 3-0 senza dare alcuna possibilità agli avversari e segnando con Scerrati, Rubino e Parini. Nella ripresa, anche per merito della Lupa e a causa di un’espulsione comminata a Fioravanti, siamo un po’ calati di intensità e la squadra di casa è arrivata sul 2-3 prima del gol finale di Babbucci che ha nuovamente segnato entrando dalla panchina. Alla fine era comunque importante ottenere questo successo che ci tiene in scia delle concorrenti». Il Real Colosseum, infatti, è sempre a -9 dall’Unipomezia capolista, a -2 dal Team Nuova Florida e a braccetto con il Racing. «Che obiettivo dovremo inseguire da qui alla fine? Credo che non dobbiamo fare tabelle – spiega Papili -, ma ragione partita dopo partita e fare più punti possibili: sono sicuro, però, che il Real Colosseum centerà almeno un posto tra le prime tre in classifica». Il campionato ora va messo un attimo da parte perché già domani si torna in campo per una delicata sfida di Coppa Italia: al Certosa, infatti, si giocherà il quarto di finale di ritorno contro il La Rustica che all’andata fu battuto a domicilio per 2-1. «Guai a noi se pensassimo di aver già ottenuto la qualificazione – avverte il giovane difensore – Dovremo giocare senza pensare al risultato dell’andata e quindi non facendo troppi calcoli. Il La Rustica è una buona squadra che anche due settimane fa ci ha creato delle difficoltà, ma dobbiamo centrare le semifinali». Tra i “punti comuni” della gestione Bellei e di quella Centioni c’è la presenza fissa tra i titolari dell’ex esterno del Pomezia. «Sono contento della fiducia che sto avendo. Venivo da un buon campionato in Eccellenza e ora sto giocando praticamente sempre anche in Promozione, contando sul fondamentale aiuto dei compagni. Sia con Bellei che con Centioni mi sono sempre allenato dando il massimo e cercando di farmi trovare pronto al momento della chiamata».